Antistaminici Naturali: i rimedi per una primavera più serena

0

A parte qualche giornata uggiosa, un sole sempre meno timido sta tornando ad essere il complice ideale per delle giornate all’aria aperta, insieme ai bimbi che, come noi, cominciano a manifestare una certa insofferenza al rimanere chiusi in casa.

Peccato che la parola primavera, oltre ad essere evocativa di sole, natura e belle giornate, sia anche la parola che più di ogni altra si accompagna ad un’altra non proprio gradita: allergia.

Quando l’allergia colpisce il proprio bambino si ricorre all’antistaminico, ma prima, pur trattandosi di un farmaco sicuro, potrebbe essere molto utile cercare delle strategie alternative naturali.

antistaminici-naturali

Allora che fare?

Istamina: ecco dove nasce il problema

C’è una cosa sull’allergia che occorre tenere bene a mente: l’istamina, un mediatore chimico che viene prodotto nel momento in cui il corpo si trova a contatto con un allergene, è la principale responsabile dei sintomi tipici dell’allergia, come naso che cola, occhi arrossati, eritemi e conseguenti stati di stizza incondizionata!

Per contrastare questi insopportabili fastidi è possibile ricorrere quindi ad alcuni rimedi naturali utili a contenere il rilascio di istamina da parte del nostro organismo.

La famosa Vitamina C

La vitamina C è un ottimo antistaminico naturale, anche se è più spesso citata per essere un ottimo antagonista dei radicali liberi. Se non si vuole starnutire troppo potrebbe essere di aiuto “esagerare” con arance, peperoni, carote, broccoli, cavolfiori, fragole, spinaci, limoni, pompelmo, kiwi, pomodori, lattuga e banane.

Flavonoidi

I flavonoidi, in particolare la quercitina, sono un altro importante gruppo di antistaminici naturali ed aiutano l’organismo a prevenire il rilascio di istamina e anche di altre sostanze in grado di provocare infiammazioni e reazioni allergiche.

Dove li trovate? Una buona fonte possono essere gli agrumi, ma anche le cipolle, le mele, il prezzemolo, i pomodori, i broccoli, i legumi e la lattuga… Che poi i bimbi siano “psicologicamente” allergici a questo genere di alimenti questo è un altro conto!

Miele

Più che di un rimedio naturale contro l’allergia il miele può essere considerato una cura preventiva. Si tratta di una sorta di “vaccino” contro le allergie, perché contiene i componenti dei fiori e dei pollini prelevati dalle api durante l’impollinazione; per cui, somministrato regolarmente ai propri bambini, li aiuta ad immunizzarsi o comunque a ridurre le reazioni allergiche.

Erbe aromatiche e officinali

Molte erbe aromatiche e piante officinali hanno proprietà antistaminiche : la camomilla, l’echinacea, il basilico, il finocchio, l’aglio, la radice di liquirizia, il ginkgo biloba e l’alga spirulina.

Zenzero

Lo zenzero è un antinfiammatorio naturale e cura le vie nasali infiammate dall’allergia, ma non solo: lo zenzero è un balsamico capace di sciogliere il muco nelle vie aeree, liberando i bronchi e facilitando la respirazione. Peccato che la sua peculiare piccantezza – non nociva e soprattutto innocua – lo renda poco adatto all’utilizzo in età pediatrica, quindi attenzione.

Tè verde

Il tè verde può essere considerato una bevanda utile da consumare in caso di allergia, in quanto il suo contenuto in quercitina e catechina contribuisce a prevenire e a ridurre il rilascio di istamina. Ma anche in questo caso, considerato il suo contenuto di teina, va applicata una certa cautela nelle dosi che diamo ai nostri piccoli.

Infuso di basilico

Lo state già usando per condire i primi piatti di pasta che sanno di primavera, vero? Ma sapevate che il basilico è un rimedio perfetto per lenire le eruzioni cutanee dovute alle allergie? Si utilizzano foglie di basilico essiccate da lasciare in immersione in acqua bollente e raffreddate.

Dose suggerita: 30 grammi di foglie per litro di acqua.

Omega 3

Gli acidi grassi essenziali omega 3 sono noti per le loro proprietà antinfiammatorie e riducono perciò le reazioni allergiche. Peccato che questi alimenti si trovino spesso in alimenti frequentemente ritenuti responsabili di alcune allergie alimentari come noci e salmone.

Fonti “insolite” di omega 3 possono essere i semi di canapa e l’olio di semi di lino.

Prima la natura

La cosa che deve essere chiara è che la natura può aiutarci molto a prevenire gli eventi allergici che colpiscono noi e i nostri bambini, a differenza delle terapie farmacologiche a cui si ricorre dopo che l’evento allergico si è già manifestato.

Perciò ancora una volta: viva la natura!

(a parte i pollini!)

Dott.ssa Luana Longo

Trent’anni, farmacista, laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche presso l’Università della Calabria si occupa di informare e sensibilizzare su temi che riguardano la salute, curiosità sui farmaci, bellezza, prevenzione e tanto altro, attraverso un linguaggio semplice, ironico e adatto alla vita di tutti i giorni.

Rispondi