E’ giusto curare con l’omeopatia?

0

E’ di qualche giorno fa il caso del bimbo che ha perso la vita per colpa di un’otite curata con l’omeopatia
Un fatto così triste e doloroso che non mi voglio permettere di esprimere un giudizio visto che NON so come sono andate le cose e non mi fido assolutamente di ciò che riportano i giornali a seguito dello scalpore che questo fatto ha suscitato.

omeopatia

Parlo però della mia esperienza con l’omeopatia, o meglio dell’esperienza dei miei figli.
La mia bimba è allergica, molto allergica.
Da madre le ho provato e le provo tutte per vederla stare bene.
La sua allergia ai pollini e alle graminacee non la fa dormire, le fa spesso uscire il sangue dal naso.
Ho creduto di poterla aiutare iniziando a Gennaio a somministrarle un prodotto omeopatico che mi garantivano fosse miracoloso. Ogni martedì alla stessa ora per mesi.
Risultato: zero.

Il mio bimbo invece non si addormentava facilmente e aveva un sonno piuttosto agitato.
Vai di omeopatia. Risultato: zero.

Non contenta, provo a rinforzarli con un omeopatico costosissimo e famosissimo per avere un po’ tregua in inverno.
Risultato: zero.

Ora, coi figli si sa, meno farmaci si usano meglio è.
Con loro abbiamo un’accortezza che non avremmo con noi stesse.

Ora però non ci credo più. O meglio, credo che se la malattia fosse di origini psico-somatiche l’omeopatia possa andare bene, diversamente no .
Voi direte:” perché crederti?”.
Perché ho fatto una ricerca e ho scoperto che l’NHRMC ( ente sanitario governativo australiano , quindi NON una casa farmaceutica ) ha fatto un’analisi su 2000 casi curati con l’omeopatia e alla fine ha dichiarato che l’omeopatia, scientificamente, non è efficace in nessuna delle tante malattie analizzate (dall’allergia, all’asma e al dolore).

Negli ultimi anni sono aumentate le class action, molta gente denuncia le case produttrici di omeopatici.
L’omeopatia è considerata poi una blanda copia della psicoterapia.
Io ti do questo zuccherino e tu ti sentirai meglio. Se lo dice l’omeopata allora sarà vero…
Quanta gente sento dire “sono andata da un bravissimo omeopata ed ora sono rinata” e alla domanda ” quindi prendi degli omeopatici?” la risposta è ” no, mi sta facendo fare una dieta…”.
Giuro, ne ho sentite almeno 3 pronunciare questa frase.
Ma che è? Omeopata o dietologo?

In ospedale i pediatri mi han riso in faccia quando ho parlato di omeopatia.
Addirittura una dottoressa mi ha messa in ginocchio con questa affermazione “la facevo una donna intelligente…”.
Simpatia della dottoressa a parte, se penso a quanti soldi ho speso in ‘cure omeopatiche’ mi viene male.
Microbiologi, medici e la scienza ne hanno dimostrato l’inefficacia.
Non c’è una dimostrazione plausibile che ne possa dimostrare l’efficacia fino ad ora.
Il suo effetto è placebo.
Teoricamente è troppo fragile, non regge.
In realtà le diluizioni usate nell’omeopatia sono tanto alte da rendere il prodotto omeopatico semplicemente composto dall’eccipiente usato per la diluizione (acqua o zucchero o amido o altro solvente).
Quindi, per una malattia progressiva come l’otite, capirete che…
forse era meglio optare per qualche cosa di più serio.

Elisa, mamma, piemontese, politically correct, mi piace scoprire il "vero" di ogni cosa. Ho vissuto in Spagna, lavorato anche all'estero, ma ora faccio la mamma e sono nella "cumpa" delle new mums

Rispondi