Fabbrica-Museo del cioccolato, ci siamo state. E dovete farlo anche voi!

0

Domenica mattina siamo stati a visitare la Fabbrica-Museo del Cioccolato presso la Fiera di Roma.
Eravamo molto curiosi di “intrufolarci” (come spesso usa dire mio figlio per inzuppare i biscotti nel latte) in questo mondo meraviglioso.

In effetti si entra in un’atmosfera nuova, non è la solita mostra in cui i bambini possono toccare o non toccare; non è una fiera, che mostra  le marche e le tipologie del prodotto e non è un percorso di degustazione per esperti.

Quindi, cosa è? Come avevamo anticipato, è un progetto innovativo, unico nel suo genere, un percorso originale.

Se posso darvi un consiglio da mamma, lasciatevi andare e trasportare in questo viaggio.
Tornate bambini, è bello condividere con i nostri figli le passioni, il tempo libero, ma soprattutto anche la conoscenza, che in questo caso passa attraverso laboratori e attività che coinvolgeranno grandi e piccini.
Non siate passivi, questo Museo è articolato in modo semplice ma giocoso ed educativo allo stesso tempo.

Le visite sono guidate, in base all’ora di ingresso sono organizzati dei gruppi di numero limitato, proprio per fare in modo che possiate godervi il percorso in modo tranquillo e non caotico.
Man mano lo staff vi accompagnerà durante la visita illustrandovi tutte le attrazioni.

La parte introduttiva è dedicata alla storia e alle origini del cacao. Quanti associano il cacao ad una barretta? Ecco, invece vi stupirete toccando con mano il vero frutto della pianta di cacao, da dove nasce tutto… io non ne avevo mai visto uno dal vivo!

fabbrica del cioccolato

Passando dalla giungla tropicale per respirare l’umidità appositamente ricreata per le piante di cacao, sarete ospitati in un villaggio degli Aztechi, dove l’esploratore vi illustrerà con un breve video di qualche minuto tutte le curiosità relative alla scoperta di questa pianta. Questa parte forse risulterà un po’ noiosa per i più piccoli, ma  vale la pena ascoltare le notizie che arricchiscono la conoscenza che abbiamo del cioccolato.

Inizia da qui la parte esperenziale della visita, dalla piazza centrale, il fulcro delle attività che coinvolgeranno voi e i vostri bambini. Questa è anche una zona con panche e toilette, comodità da non sottovalutare per chi ha bimbi piccoli e dove potrete incontrare il nostro amico leone, la tenera mascotte che difficilmente passerà inosservata… Mio figlio lo ha adorato.

L’attimo in cui grandi e piccini si ‘sciolgono’ definitivamente è l’ingresso al laboratorio dei piccoli pasticcieri.

Vedere i nostri figli con grembiulino e cappello pronti ad impastare ha fatto venire voglia di mettere le mani in pasta a tutti noi! Invidia…

fabbrica del cioccolato

E poi, avete mai visto i principali monumenti d’Italia interamente fatti di cioccolato?
I Bronzi di Riace mica male! Un viaggio goloso tra le sculture per giocare a riconoscere insieme ai bimbi i simboli di ogni regione della nostra penisola.

fabbrica del cioccolato

Poi magie golose con il mago dei biscotti, pozioni magiche e laboratorio animato (mamme, papà, state al gioco…) sulla pulizia dei denti post cioccolato.

Giusto per tenere alta la suspense, la meravigliosa cascata di cioccolato più grande d’Europa apparirà dinnanzi a voi solo dopo aver percorso l’oscuro labirinto, ma troverete facilmente la strada… basta annusare!! 1200 litri di cioccolato liquido non possono certo passare inosservati al vostro olfatto.

fabbrica del cioccolato

Non dimenticate di ammirare gli strumenti musicali di cioccolato, so che avrete voglia di suonarli ma ci sarà qualcuno che vi regalerà dolci note musicali.

La parte finale è dedicata ai vostri selfie più originali e cioccolatosi. E se siete stanchi potere rifocillarvi con un pezzo di cioccolato o una cioccolata calda comodamente seduti su un quadratino… di cioccolato!
Prezzi corretti all’area Choco Shop che soddisferà ogni tipo di esigenza, dove troverete le maggiori eccellenze italiane  di cioccolato ma anche idee per dolcissimi regali di natale.

Il percorso dura un’ora circa, ma noi amiamo gustarci questi momenti con calma, quindi abbiamo tranquillamente trascorso la mattinata. Per tutti gli orari di visita e info sui biglietti potrete visitare il sito.

Non vi resta altro che andare e provare!

® Riproduzione Riservata

34 anni, siciliana di origine ma romana di adozione. Psicologa dell’età evolutiva e psicoterapeuta, adoro viaggiare, ascoltare musica e perdermi nelle librerie a curiosare tra le copertine dei libri odoranti di nuovo, sperando un giorno di poterli leggere…

Rispondi