Giocattoli sicuri: come riconoscere quelli contraffatti

0

La contraffazione è una piaga che mina i mercati tutti e soprattutto la salute in generale dei consumatori. Quando si parla dei nostri figli maggiormente si dovrebbe stare attenti anche a regalare loro giocattoli sicuri.

Assogiocattoli*  è l’associazione che si occupa di garantire anche questo.  Ovvero che ai nostri figli arrivino giocattoli sicuri.

E scrive, sul suo sito, della grave e crescente minaccia della contraffazione di giocattoli.

Statistiche europee sfornano numeri sempre in aumento, purtroppo. Negli ultimi anni i sequestri ai confini dell’UE di giocattoli contraffatti sono diventati un numero impressionante. Si parla di decine di milioni di giocattoli sequestrati. E di centinaia di commercianti non autorizzati multati.

I giocattoli sicuri sono il frutto di una serie di controlli. Di progetti e sviluppi che hanno come scopo la corretta crescita dei nostri figli.

giocattoli sicuri

Cosa che i giocattoli contraffatti non sono.
Le imitazioni dei giocattoli sviano i consumatori e creano confusione.
Nel nostro paese la contraffazione è severamente punita con sanzioni e pene.
Ai giocattoli contraffatti si aggiungono poi quelli non a norma di sicurezza.

Come fare per scegliere giocattoli sicuri?

giocattoli sicuri

Un aiuto ci viene direttamente dai siti istituzionali.
Sul sito della Guardia di Finanza ad esempio è stato pubblicato un decalogo per riconoscere i giocattoli sicuri e originali.
La prima indicazione è data proprio al momento dell’acquisto.
Chi si accinge a comprare un giocattolo infatti potrà verificare da sé l’affidabilità e la sicurezza del prodotto. Ricercando alcune indicazioni di seguito elencate:

• La marcatura CE con cui il fabbricante attesta la conformità del giocattolo alle prescrizioni di legge.

• Il nome e/o la ragione sociale e/o marchio. Oltre l’indirizzo del fabbricante o del responsabile dell’immissione sul mercato.

• Le avvertenze sulle fasce d’età consigliate. E le precauzioni d’uso per la manutenzione e il montaggio.

• Altra indicazione è il rapporto qualità/prezzo. Un giocattolo estremamente economico confrontato ad uno simile deve già far scattare qualche campanello d’allarme.

giocattoli sicuri

• Acquistare giocattoli presso rivenditori conosciuti e di fiducia. Questo consentirà di potere sostituire il gioco in caso di malfunzionamenti o difetti di fabbrica.

• Verificare la confezione. Questa dovrà essere integra e accompagnata da istruzioni in lingua italiana sulla modalità di montaggio e di utilizzo.

• I giocattoli sicuri composti da parti smontabili non dovranno presentare punte o spigoli appuntiti, bordi taglienti. Le loro dimensioni inoltre dovranno essere tali da evitare qualunque pericolo di soffocamento se portati alla bocca.

• I giocattoli meccanici devono essere costruiti in modo tale che gli ingranaggi non siano mai accessibili.

• I sonagli per bambini di 4/5 mesi dovranno contenere palline non accessibili in alcun caso.

• I materiali utilizzati, dovranno essere di alta qualità. Se si tratta di giochi in stoffa o pupazzi e peluche è importante verificare che tessuti e peli non si stacchino. Così come anche parti come occhi, naso o bottoni. Questi dovranno essere appuntati con solide cuciture resistenti allo strappo. I nastri dovranno essere corti. Le imbottiture non infiammabili e non si dovranno sminuzzare.

• Tende e casette non devono avere chiusure automatiche (bottoni a pressione e cerniere lampo).

• I giocattoli da trascinare devono essere dotati di corde di lunghezza che non consentano soffocamenti.

Il Ministero della Salute invece, sempre sul sito istituzionale, pubblica una guida alla scelta dei giocattoli sicuri. E adatti per la tutela della salute dei bambini.

giocattoli sicuri

Oltre alla guida “Giocare aiuta a crescere” indica una serie di avvertenze per l’acquisto di prodotti e il riconoscimento di giocattoli contraffatti.
Questo per evitare che anche un oggetto apparentemente innocuo possa attentare alla sicurezza e alla salute dei più piccoli.
Tra tutti, il primo consiglio è quello di comperare giocattoli sicuri e adatti per fascia d’età. I giocattoli infatti possono essere considerati pericolosi o meno anche a seconda dell’età del piccolo.
Sebbene il marchio CE, continua la guida, non sia indicativo di giocattolo adatto al proprio bimbo è comunque una garanzia che riguarda le norme di sicurezza dei prodotti circolanti in UE.
È utile inoltre capire le necessità e i gusti del bambino a cui è indirizzato il giocattolo per assecondare le sue inclinazioni.
In alternativa a giochi sedentari come videogames e simili, valutare sempre la possibilità di scegliere giochi di movimento. Dove gli spazi consentono ovviamente. Ma regalare una palla ad un bimbo, piuttosto che un videogioco, è sempre indice di gioco sano.
I giochi di movimento, o all’aria aperta inoltre consentono a tutti i bimbi di “ricaricarsi”. Soprattutto dopo una giornata stressante passata a scuola.
Infine, come suggerisce il Ministero, ma anche la diligenza e il buon senso che ogni genitore dovrebbe avere, un ultimo consiglio per scegliere un gioco adatto ad un bimbo

Partecipare a qualsiasi gioco egli faccia.

Perché la partecipazione e la condivisione dei momenti di svago tra un figlio e un genitore sono importantissimi momenti per la crescita e lo sviluppo psico-cognitivo di ogni nostro bimbo.

Per ulteriori informazioni sulla scelta a giocattoli sicuri potete visitare il sito www.certifico.com

*(Associazione Italiana Imprese Addobbi e Ornamenti Natalizi, Giocattolo, Giochi e Modellismo, Articoli di Puericultura).

Classe 1971, dicono buona annata per il barolo, viaggiatrice per indole, blogger per caso, mamma per scelta di 2 ragazzi di 8 e 14 anni che come tutti i figli (maschi per giunta), mi fanno tribolare.