Idee fai da te per il tuo balcone

0

Chi ha detto che il giardinaggio richiede case in campagna, appezzamenti di terreno o giardini rigogliosi come quelli di Versailles?
Al contrario, la tendenza sempre più  radicata dell’urban gardening sta rivoluzionando l’idea romantica di giardinaggio rendendola pragmatica, a portata di tutti e a misura di città.

Secondo uno studio di Euromonitor International, infatti, l’Italia sarebbe il quinto mercato al mondo in termini di spesa annua per articoli ed attrezzi legati al giardinaggio (3,4 miliardi di Euro nel 2016), posizionandosi appena dopo Stati Uniti, Germania, Francia e Inghilterra.

Una buona fetta di questa spesa, rivela lo studio, viene effettuata dai cosiddetti “giardinieri urbani”, uomini e donne attorno ai 35 anni cresciuti nei paesaggi di cemento delle grandi città e desiderosi di riconnettersi alla natura “sporcandosi le mani”.

come_curare_balcone

È grazie a queste nuove figure green che nascono, ogni anno di più, appezzamenti in condivisione tramite il cosiddetto social sharing e sempre nuovi giardini urbani sui terrazzi dei condomini cittadini.
Una tendenza, questa, che porta un po’ di verde nelle grigie città italiane, ma contribuisce anche allo sviluppo di vere e proprie comunità e alla riqualificazione di aree metropolitane degradate.

Come fare, dunque, ad approcciare questo nuovo stile di vita green?

Per molti il primo passo riguarda il balcone di casa.
Che sia spazioso o contenuto, la primavera rappresenta un momento invitante per guarnirlo con fiori, piante e ortaggi, un’attività adatta a rilassare i nervi di donna in gravidanza ma anche da svolgere con i bambini per introdurli al lavoro manuale e all’amore per la natura.

Per quanto riguarda il cosa e il come coltivare, pubblichiamo volentieri il materiale fornitoci da ShopAlike, il comparatore online che conta milioni di prodotti di moda e arredamento.

L’infografica in questione costituisce un graduale rito di iniziazione al giardinaggio urbano, evidenziando quali sono le erbe e gli ortaggi più semplici da crescere in un contesto urbano e le relative necessità in termini di luce, acqua e ambiente.

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi