La casa che diventa eco: ecco come aumentarne l’efficienza energetica

0

Vivere in una casa eco-sostenibile significa sostanzialmente due cose: risparmiare in bolletta aumentandone l’efficienza energetica, e gravare di meno sull’ambiente circostante, in quando viene abbattuto il consumo (e dunque lo spreco) delle risorse energetiche.
Dato per certo questo duplice aspetto, occorre poi capire come concretizzare entrambi, dunque come rendere possibile l’efficientamento di un immobile per rispettarne i requisiti eco.

Per queste ragioni oggi vi daremo degli ottimi consigli per rendere la vostra casa più efficiente, per sollevarvi dalla fuga di denaro in bolletta, e per farvi sentire fieri di una delle migliori caratteristiche di questa tipologia di case: il rispetto della natura e delle cose che le appartengono.

CASA_ECO

Efficienza energetica in casa: cosa significa?

Cosa significa aumentare l’efficienza energetica di un immobile?
In sintesi, significa intervenire laddove le risorse energetiche registrano evitabilissimi sprechi, che fanno male all’ambiente così come al vostro portafogli.
L’efficientamento di un edificio passa dunque dall’utilizzo di materiali costruttivi certificati, dalla protezione delle temperature interne, dal risparmio delle risorse idriche, e da tanti altri aspetti aventi sempre il medesimo scopo: ridurre il consumo di energia al minimo, è ottimizzare al massimo la quantità di energia consumata.
Ogni intervento, però, rischia di diventare superfluo se a monte non è presente un piano energetico conveniente per quelle che sono le vostre abitudini di consumo: il primo passo per aumentare l’efficienza di una casa, dunque, è informarvi sulle migliori offerte gas e luce, possibile su siti come comparasemplice.it, così da ottenere un piano tariffario idoneo al risparmio che avete in mente.

Come aumentare l’efficienza energetica di una casa?

Troviamo diversi sistemi per aumentare l’efficienza energetica di una casa.
Intanto, il primo passo è intervenire sui dispositivi casalinghi, come ad esempio gli elettrodomestici (frigorifero, forno e lavatrice in primis) e la caldaia: meglio abbandonare i vecchi e sostituirli con apparecchi di nuova concezione, rispettosi dei dettami energetici e dunque con una classe efficiente.
Poi, è altrettanto importante coibentare le pareti, i muri ed il solaio, così da evitare la perdita di calore dall’interno, e l’intrusione delle temperature esterne, oltre al fatto che questa operazione rende anche possibile l’isolamento acustico delle stanze. Altre dritte utili per l’efficientamento eco-sostenibile?
L’installazione di un sistema fotovoltaico e l’utilizzo di materiali e vernici ecologiche, indispensabili per evitare la contaminazione dell’aria.

Efficienza ed eco-sostenibilità: non solo casa ma anche abitudini

L’efficientamento eco di una casa dipende non solo dagli aspetti visti finora, ma anche dal vostro stile di vita, e dunque dalle vostre abitudini quotidiane.
Qui i consigli sono diversi: meglio non utilizzare prodotti chimici per trattare i mobili, o per pulire la casa o eliminare la sporcizia dai servizi nel bagno.
Inoltre, è anche necessario fare la raccolta differenziata dei rifiuti evitando di caricare la spazzatura con prodotti dal packaging non sostenibile, dunque facendo anche una spesa responsabile, evitando ad esempio l’abuso del polistirolo e della plastica. E anche se non c’entra con la casa, vivere in modo eco-sostenibile significa anche limitare al minimo la quantità di emissioni tossiche nell’atmosfera: meglio utilizzare la bici per gli spostamenti, o in alternativa i mezzi pubblici.
Ed evitate anche l’ascensore.

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi