Tradimento: il metodo infallibile per scoprire se il partner è infedele

0

Si dice che una donna senta nel profondo del suo cuore se c’è qualcosa che non va nella coppia, e che abbia dei “sensori” verso il tradimento. Ma non si può mai essere sicure fino a che non si hanno prove certe, giusto?

Ecco… magari esistesse un metodo infallibile per scoprire se il partner è infedele!
Un metodo da poter attuare da sole, senza bisogno di ricorrere ad un investigatore privato, sicuro, infallibile e veloce.
Dite che chiedo troppo? E invece no, questo metodo esiste davvero!

Elisabeth Wilson, esperta di tecniche investigative, consulente e autrice di libri sull’argomento, ha sviluppato un sistema, a quanto pare molto efficace, per il riconoscimento dell’infedeltà coniugale maschile.
Nel suo libroScopri se lui ti tradisce e con chi“, ci mostra questo metodo che permette in soli 7 giorni di scoprire se il partner ha un’amante senza ricorrere all’investigatore privato (che solitamente costa anche parecchi soldini!).

Secondo la Wilson, il sospetto del tradimento dev’essere subito approfondito, per vari motivi.

In primo luogo perché provoca rabbia e frustrazione che a lungo andare fanno male a livello psicologico e perfino fisco. In secondo luogo perché prima si scopre la verità, prima si può passare all’azione mettendo fine al rapporto (se si desidera) o cercando di salvare la situazione. Poi perché scoprendolo in tempi brevi si può evitare che un’avventura occasionale si trasformi in qualcosa di più profondo, andando a coinvolgere anche i sentimenti.
And last but not least perchè un intervento immediato potrebbe anche evitare l’insorgere di malattie sessualmente trasmissibili (cosa a cui solitamente si pensa sempre poco, purtroppo).metodo-infallibile-per-scoprire-se-il-partner-è-infedele

Ed ecco quindi che la studiosa mette in guardia tutte le donne dalla fretta, nemica numero uno della verità.
E’ proprio la fretta infatti che ci fa commettere errori banali che potrebbero compromettere la scoperta del tradimento e dell’identità dell’amante. Quali sono questi errori?

Pedinare il compagno: mai farlo!  C’è un’altissima probabilità di essere scoperte e quindi di metterci in ridicolo. Inoltre richiede tempo e fatica… elementi incompatibili col metodo!
Tempestarlo di domande e di telefonate: è il modo più semplice per fargli rendere conto che sospettiamo di lui, e di conseguenza lui adotterà maggiori precauzioni per non essere scoperto.
Coinvolgere i suoi amici: se lui ci sta effettivamente tradendo, i suoi amici lo copriranno cercando alibi convincenti.

Ecco quindi i suggerimenti della Wilson ( i commenti alla fine )

Mai fargli rendere conto che sospettiamo della sua infedeltà

Questo significa mantenere la calma e far finta di niente davanti a lui.
Certo, può essere logorante, ma il fine giustifica i mezzi.

Controllare i suoi account sui social network

Nel libro della Wilson, acquistabile qui, è scritto come ottenere le sue password di accesso, facilmente, senza essere scoperte e senza bisogno di essere un hacker! In questo modo potrete leggere le sue mail e tutti gli scambi di messaggistica su Facebook, Instagram, Twitter ecc. Così vi sarete sicuramente già fatte un’idea della situazione.

Controllare il suo cellulare

Ecco un altro passo importante. Un uomo con l’amante avrà sicuramente cura di cancellare con regolarità sms e messaggi whatsapp che riceve, tuttavia esiste la possibilità di recuperare e leggere tali messaggi anche dopo che sono stati cancellati. Pochi lo sanno, ma è perfettamente possibile, e nel libro viene spiegato come fare.

Analizzare i segnali comportamentali

E’ inevitabile che, quando un uomo ha una relazione extraconiugale, avvengano dei cambiamenti nel suo comportamento abituale, anche se questi sono molto sottili. Nel libro di Elizabeth Wilson viene spiegato come distinguere chiaramente i lievi (ma numerosissimi) segnali di infedeltà coniugale e di distinguerli dai cambiamenti comportamentali che possono avere altre cause.

Scoprire i segnali ambientali

Infatti, se il tuo uomo tradisce (o ha tradito), questi segnali sono inevitabilmente presenti all’interno della casa, anche se la sua amante non vi ha mai messo piede. E sono anche molto numerosi all’interno dell’auto.
In generale, si tratta di piccoli dettagli che passano completamente inosservati per chi non sa interpretarne il significato, ma assumono il valore di prova conclusiva agli occhi della persona che ha imparato a riconoscerli.

Recuperare scontrini fiscali, ricevute e analizzare il suo bank account

Può darci altri indizi importanti, soprattutto quando si tratta del conto di ristoranti (possiamo scoprire data e ora e risalire all’evento) o di acquisti sospetti (regali che noi non abbiamo mai ricevuto).

E poi ancora tantissimi altri consigli per cogliere segnali inequivocabili e togliersi qualsiasi dubbio.

Il libro di Elizabeth Wilson “Scopri se lui ti tradisce e con chi” è un e-book in formato pdf, nel quale vengono prese in esame tutte le differenti modalità con cui può avvenire un episodio di infedeltà coniugale e le corrispondenti tecniche per scoprire la verità nel più breve tempo possibile.

Io spero di non averne mai bisogno, ma se dovessi mai trovarmi nella situazione di dubitare di mio marito (faccio scongiuri mentre scrivo!)… sinceramente non credo che riuscirei ad utilizzare i metodi della famosa detective.
E voi?

Mi chiamo Andreana, ho 34 anni, un marito che definirei “workaholic” e due figli: Matteo, 4 anni, e Camilla, 1 e mezzo
Il mio messaggio a tutte le mamme (lavoratrici o meno) è: non dimenticate chi eravate prima di avere figli, e se amate davvero i vostri bambini… allora prendetevi cura della loro madre (e un po’ anche del loro padre)!

Rispondi