Home » Sesso? Si, grazie! » Sesso anale: è ancora un tabù?

Sesso anale: è ancora un tabù?

Quando si parla di sesso anale, spesso emerge un vissuto di imbarazzo e timidezza, soprattutto tra le donne.

Solo il 25% delle donne ammette di aver provato un rapporto anale, e la percentuale si riduce drasticamente (10%) quando si domanda se si è provato piacere. Per gli uomini è una pratica estremamente piacevole, che soddisfa il desiderio di dominazione, e che consente la penetrazione in un canale più stretto di quello vaginale, che quindi regala sensazioni più forti. Accettare di provare questa nuova penetrazione è una scelta molto soggettiva. Bisogna assolutamente dire di no ai rapporti violenti, non protetti o senza adeguata lubrificazione, oppure quando si hanno problemi di irritazioni o emorroidi. In tutti gli altri casi può essere un gioco divertente che rafforza e intensifica il rapporto di coppia. L’importante è tenere a mente due regole fondamentali: massima igiene, usare sempre il preservativo, poiché il rischio di malattie sessualmente trasmissibili è molto alto.

Anche la donna può provare piacere tramite la stimolazione anale. Naturalmente la stimolazione del clitoride è molto diversa, ma ci si può divertire ugualmente, magari abbinando penetrazione e masturbazione.

Ecco alcune indicazioni, se si decide di provare!

Lubrificare bene la zona anale è fondamentale, così come usare la massima delicatezza nella penetrazione, affinché non faccia male. Prima di ogni tentativo, comunque, è bene rilassare il muscolo.

E’ importante scegliere la posizione che fa sentire più comode e rilassate, e che consente di controllare meglio la penetrazione e i movimenti del partner.

Si può passare dal sesso vaginale a quello anale, ma è altamente sconsigliato, a causa delle infezioni.

La penetrazione anale nell’uomo stimola la prostata e procura intensi orgasmi. Prima di penetrare il proprio partner con un sex toy, però, è meglio assicurarsi che sia interessato a questa pratica…

Dott.ssa Monica Cappello

Possono interessarti anche:

Anche le mamme lo fanno
Sesso occasionale
Ancora vergini a 30 anni
Lo sapevi che...?
Un brivido di piacere
Serata piccante con un'amica

17 Commenti su Sesso anale: è ancora un tabù?

  1. E voi che ne pensate? Lasciate il vostro commento !!

    Dott.ssa Monica Cappello
    Psicologa – Consulente in Sessuologia
    Specialista di Rosso Limone…

    http://www.rossolimone.com/specialiste/monica

  2. Una sera, ero in un locale con un gruppo di amici, e si parlava di questo argomento…
    Mi sono ritrovata l’unica a dire che, a seconda dei casi, non è un’idea impossibile., mentre le altre insistevano con il dire che “se un buco è nato per un determinato scopo, va usato solo per quello scopo”, – perdonate la franchezza e la parafrasi precisa della nostra conversazione – ma ricordo che puntai i piedi per dire che non si può giustificare la chiusura mentale riguardo una determinata pratica solo per motivi di questo tipo.
    Come asserivo quella sera, ripeto qui: se ho confidenza con la persona con cui sto facendo sesso e se lui mostra l’intenzione di farlo, non mi nego, forse non prendo l’iniziativa per farlo, perché tendo ad inseguire altre dinamiche, ma non sono così tanto proibizionista.
    Il siparietto della serata è finito con loro che, sentendomi dire che non ero contro l’idea, mi hanno chiesto abbastanza a voce alta “MA quindi tu stai dichiarando che lo fai????” come se dovessi dare una risposta epocale, come se avrei avuto problemi a dire la mia dopo tutte le premesse fatte nel discorso… a parte che si è girato mezzo locale in attesa della mia risposta – LOL – ho poi ammortizzato il momento facendomi una risata davanti a tutti coloro che si sono girati e poi, continuando il discorso, ho detto “sì, se si crea l’occasione non nego la cosa”.
    E non ci sono state ripercussioni dopo, con gli spettatori uomini di quella conversazione.

    Non si diventa più zoccole solo perché non si fa ipocrisia.
    Tanto, chi più nega, più la combina grossa… a parere mio.

    • Mar

      Ahah, “è nato per un determinato scopo”… ma, quindi, le tue amiche non si sono mai fatte fare del sesso orale né tanto meno lo hanno fatto a qualcuno visto che la bocca “non è nata per quello scopo”? Trovo il sesso anale più piacevole di quello orale o vaginale. Credo che i nostri organi siano multifunzionali: come posso parlare con la bocca posso anche parlare. Del resto non eravamo fatti per volare, ma tutti prendiamo l’aereo.

      • Ohhh ecco, questo è il discorso :D
        Lo scopo di una parte del corpo mica è prestabilita, anche perché a quel punto non si potrebbe neanche fare sesso orale (cosa che magari negano, sempre grazie allo stesso giochetto, ma poi però pretendono, perché piacevole!)!!

      • Genny

        Credo che i nostri organi siano multifunzionali: come posso parlare con la bocca posso anche parlare. Del resto non eravamo fatti per volare, ma tutti prendiamo l’aereo …come posso parlare con la bocca posso anche mangiare e fare pompini vorrai dire? Be’ una piccola incertezza capita, ma sono comunque d’accordo con te, cara Mar, che i nostri organi sono plurifunzionali. In relazione a ciò ti dico che preferisco le donne che amino la pratica anale più di ogni altra cosa, anche perché hanno una visione del sesso più aperta, sono riuscite a valicare nuovi confini e non chiuse alle classiche cose e posizioni predefinite…essendo l’ano più stretto è anche più bello…se ti va di conoscerci meglio in modalità privata a me piacerebbe conoscere donne che amino come hai detto tu il sesso anale più del sesso tradizionale e orale, se vuoi scrivimi a genny083@virgilio.it Ti aspetto.

  3. Gentile GIORNALISTA CHIACCHIERONA, grazie per la tua testimonianza! Essa evidenzia quanti tabu’ esistano ancora, intorno all’argomento SESSO ANALE, e non solo…

    E’ importante INFORMARE tutti in modo chiaro ed affrontare con naturalezza, argomenti che riguardano la sfera sessuale, per una maggiore consapevolezza dell’importanza di una sessualità serena e soddisfacente, libera da pregiudizi e dai tanti, troppi tabu’ che ancora oggi ci accompagnano, in una società repressa, dalla forte presenza della Chiesa Cattolica.

    Una mentalità chiusa e un’educazione sessuale inesistente o troppo rigida, portano a sviluppare paure e sensi di colpa, che si manifestano attraverso DISTURBI SESSUALI come vaginismo, anorgasmia, avversione sessuale, eiaculazione precoce e disfunzione erettile.

    Sono molte infatti le persone, che vivono con disagio la propria vita sessuale e la relazione di coppia!

    INFORMAZIONE ed EDUCAZIONE SESSUALE per vincere TABU’ e PREGIUDIZI !!

    Saluti…

  4. Io potrei essere una di quelle amiche di cui accennava Giornalista Chiacchierona.
    Non mi scandalizzo chi per piacere personale o per piacere del partner pratichi sesso anale o orale.
    Solo che non sono il mio forte ma non mi sento di dire per questo di avere tabù, problemi sessuali o disagi legati al sesso, semplicemente non mi piace!

    Ognuno sia libero di fare e pensare come meglio crede

  5. DANIA

    Io faccio parte di quel 10% di donne che dichiarano senza problemi di praticare e di trovare piacevole il sesso anale. Naturalmente…tutto dipende dal partner. Non lo farei mai con chiunque, non lo farei mai con uno che conosco poco, non lo farei mai solo perchè mi viene chiesto.

    Con il mio partner attuale è un piacere condiviso, amato da entrambi e bellissimo. Credo sia molto importante anche il livello intenso di complicità che c’è, che mi consente di lasciarmi andare. Penso che l’aspetto psicologico, la dinamica che si instaura tra i partner, sia forse più importante anche dell’aspetto meramente “meccanico” (lubrificazione, delicatezza ecc…).

    Sempre sempre sempre assolutamente usare il preservativo…è importantissimo per tutti e due.

  6. Esiste la possibilità che non si provi piacere, sicuramente, come dice Polly…
    Ci si è un po’ persi, in questo vortice di paura di ammettere le cose come stanno o come ci piacciono, e non si comprende più se chi nega di farlo non lo fa davvero o ha solamente paura di ammetterlo, pur apprezzando la pratica.
    Non è che chiunque non ami farlo e dice che non lo fa rischia vaginismo o simili, ma il problema sorge attorno a quella precisa sfera di persone.
    La pratica è piacevole, ha un suo perché, anche se non è l’unico modo per provare piacere…
    Ma non è questa la faccenda.
    E’ come l’essere omosessuali e temere di dirlo perché poi chissà cosa si scatena attorno.
    E’ chiaro che chi dice di non esserlo non diventa uno che ha paura di ammetterlo, magari non lo è e basta ;)
    Saremo di certo più sicuri della verità di certe negazioni quando si sarà completamente sdoganato l’argomento… al momento, ancora tante persone temono il giudizio altrui…

  7. Sono contenta nel vedere che qualcuna ha piacere di esprimere la propria opinione, su un tema tanto imbarazzante!

    Ovviamente nel sesso ognuno è LIBERO di fare ciò che preferisce, senza timore di essere giudicato…
    Tutto è lecito, purchè i due partner siano consenzienti, e nessun atto venga fatto controvoglia.

    Ci sono alcune pratiche sessuali, come il SESSO ANALE e/o ORALE, che non abbiamo piacere di fare con una determinata persona, ma che magari scopriamo ci possa interessare fare con un’altra!

    Non c’è una regola precisa nel sesso, che valga sempre e con tutti.
    I pregiudizi possono esistere quando dico che NON MI PIACE, senza aver provato! :-)

    Ovviamente NON esiste una correlazione tra assenza di rapporto anale e DISFUNZIONI SESSUALI come VAGINISMO, ANORGASMIA o CALO DEL DESIDERIO…

    Un saluto e grazie per la vostra testimonianza!

    • Giusto dottoressa, infatti ho precisato perché in effetti dire non mi piace senza provare, potrebbe valere per ogni tipo di esperienza, etero omo che sia.
      Dire non mi interessa rende forse meglio l’idea, non mi interessa sperimentare questo tipo di rapporto come molti altri.
      Si tratta di scelte.
      Come giustamente ha detto lei “nel sesso ognuno è LIBERO di fare ciò che preferisce”

  8. allie 87

    ciao a tutte, ho 25 anni e mi è capitato qualche volta con altri partner di fare del sesso anale… le prime volte ricordo solo il dolore e il pensiero che lui finisse presto, mentre un’altra volta quasi non ho sentito niente di diverso rispetto al sesso vaginale… nel complesso quella volta non è stato male!
    ora sto con un altro ragazzo, che ridendo me l’ha chiesto spesso e sempre ridendo ho detto di no… il problema è che sono molto imbarazzata, non mi va l’idea che lui si sporchi, per questo ho sempre evitato anche penetrazioni con un dito… sapete consigliarmi se esistono dei “lavaggi” o qualcosa del genere da fare prima?

    • Non ci sono rischi di sporcarsi e di sporcarlo…
      Molto di ciò che si sente dire sono leggende metropolitane per rendere la pratica molto sgradevole, anche solo a parlarne, e contribuire ad allarmismo e odio collettivi nei confronti della pratica.
      Scemenze… sa essere un modo diverso per affrontare l’intimità con il partner, un gioco, una libertà concessa a se stesse e a lui.
      Ho sempre parlato liberamente con le varie persone con cui mi è capitato di stare, prima di affrontare il rapporto vero e proprio, e non ho mai negato che sarei stata disponibile a farlo.
      Nel dialogo con lui ho anche cercato di capire perché lui apprezzasse tanto, dato che la pratica è molto desiderare più dal lui che dalla lei del caso. Ci sono questioni proprio pratiche e della posizione che caricano tutto di più sensualità.
      Dal momento che fare sesso con una persona è un’esperienza intensa e bella ed è uno scambio di piaceri, sapere che io sto dando un intenso piacere a lui, a mia volta lo da a me.

  9. Gentile Allie 87, non credo esistano “lavaggi” da fare prima di praticare il sesso anale. Penso che l’imbarazzo che provi con il tuo nuovo ragazzo, svanirà nel momento in cui si creerà una maggiore complicità tra voi, e il pensiero sulla pulizia, sarà meno accentuato, e a quel punto ti lascerai andare, senza troppi pensieri!

    Un saluto!

    Dr.ssa Monica Cappello
    Psicologa
    Consulente in Sessuologia Clinica TORINO

  10. Mario M. Fornaro

    Scusate l’intromissione maschile. Sacrosanto il diritto di scelta femminile (sì o no sesso anale e orale). Numerosi uomini (confidenze tra maschetti)lo apprezzano per “variazione” sul tema; o per senso del proibito; o per ulteriore modalità di orgasmo. Tra una donna che “consente” e una no, preferiscono ovviamente la prima.

    • La via più stretta regala sicuramente un piacere più intenso agli uomini :)
      Immagino che parta tutto da questa questione prettamente meccanica, poi immagino ci sia anche la faccenda della posizione che, psicologicamente, regala piacere anche solo a livello psicologico ;)

  11. Era ora che si uscisse dall’ipocrisia dominante, il sesso anale piace a tutti sia agli uomini e alle donne, e non solo il sesso anale, ma anche quello orale. Io amo fare il cunnilinguo e la fellazio, e pratico anche il sesso anale passivo, si mi faccio sodomizzare, mi piace molto e anche dalle ragazze, perché sono bisex, ma privo di malattie infettive…
    Non c’è nulla di cui vergognarsi ogni persona fa il sesso che vuole.
    Sbaglia chi non lo fa. Non bisogna farsi condizionare dalle proprie ideologie religiose, culturali o sociali. Il sesso va fatto per la reciproca soddisfazione, e non voglio mai pensare che l’essere umano sia solo un animale da riproduzione… Certo bisogna farlo con criterio, bisogna farlo con persone che si conoscono bene, bisogna evitare di rischiare malattie sessualmente trasmissibili e le donne devono anche evitare gravidanze non desiderate… Ma voglio dire che questi due principi(evitare malattie infettive e gravidanze indesiderate) devono essere gli unici vincoli mentre è ora di eliminare i principi morali che impediscono di praticare il sesso libero (etero omo bisessuale, ecc.) e che ci impediscono spesso di non parlarne perché c’è ne vergognamo. Ma perché vergognarsi di un qualcosa che facciamo tutti, (chi più e chi meno)? (Per chi desidera proseguire il discorso in privato: Paolo Roccia jacwolf3@yahoo.it )

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Blog Network