La suocera invadente fa male alla coppia, ecco come gestirla

0

Non c’è amica, cugina o conoscente con cui parli che non abbia una suocera invadente. Sembra quasi un binomio inscindibile, (ma se all’ascolto c’è qualche mosca bianca, batta un colpo!) e molto spesso questa “presenza” mina l’armonia della coppia diventando spesso fonte di litigi.

Guarda caso poi, è sempre la madre di lui ad intromettersi con più costanza, mentre quella di lei statisticamente sembra essere molto più rispettosa. Mi spiegate questo strano fenomeno? Sono suocere entrambe… dov’è la differenza?

Innanzitutto nella madre del maschio si innesca la GELOSIA e la COMPETIZIONE. Se fino ad ora era lei l’unica donna nella vita del figlio, il suo unico punto di riferimento femminile, adesso che lui ha una compagna, il suo ruolo passa in secondo piano. In pratica si sente “spodestata” da una sconosciuta, che a volte neanche incontra i suoi gusti personali.

In secondo luogo, nel momento in cui il “figlio adorato” esce per sempre dalla sua casa, si sente come SVUOTATA. Non lo ammetterebbe mai, ma fatica a rinunciare al ruolo di mamma e continua a vedere il figlio come un ragazzo da gestire invece che come un adulto a capo di un nuovo nucleo.

Di sicuro le intenzioni della suocera sono buone, lei pensa di dare una mano, ma in realtà non fa altro che intromettersi nella nuova famiglia. Il risultato è ovvio: entra in conflitto con la nuora, che vede il suo ruolo di moglie invaso senza diritto.

suocera-invadente

Domanda da un milione di dollari: come gestire una suocera invadente?

Evitate conflitti aperti

La mamma è sempre la mamma, quindi mai pensare di poter rompere quel legame (di sangue se vogliamo) che va avanti dal primo giorno di vita del vostro compagno/marito. Dovete rassegnarvi al fatto che la suocera avrà sempre un posto speciale nel cuore del vostro uomo. Evitate quindi lo scontro diretto, anche se di indole siete sempre schiette e sincere, ma cercate sempre di mediare tra i vostri e i suoi punti di vista.

Fate parlare lui

Se ci sono problemi con la suocera, discutetene prima col vostro compagno. E’ suo figlio ed è quindi giusto chiedere il suo appoggio e capire insieme come intervenire. Spiegategli, senza perdere il controllo, che sua madre, probabilmente abituata a comandare la sua vita, non riesce a farsi da parte. Ma ora è la vostra vita.
Quindi fate in modo che sia lui a prendere parola spiegandole che deve rispettarvi come coppia e come nuovo nucleo familiare. Sicuramente lui la conosce meglio, sa come prenderla e magari riuscirà ad evitare litigi. In seconda battuta potrete intervenite voi, a rafforzare il vostro punto di vista.

Mantenete le giuste distanze

Evitare di vivere troppo vicino a lei! Vorrebbe dire rassegnarsi al ritrovarsela in casa un giorno si e l’altro pure. Vorrebbe dire pranzi e cene preparati da lei e lavatrici fatte in casa sua. Anche no! In questo caso, viva la distanza!

Regole chiare e precise

Ci sono dei paletti invalicabili che dovete subito mettere in chiaro: il suo aiuto è prezioso ma non deve invadere i vostri spazi. Ancora di più quando avete figli (ossia i suoi nipoti) chiarite che l’educazione spetta ai genitori e le regole le mettete voi. Lei ha cresciuto vostro marito e si sente autorizzata a fare lo stesso con i sui nipoti. Ma i suoi principi educativi magari sono diversi dai vostri, questo deve capirlo ed accettarlo. E’ pur vero però che i nonni sono fatti per viziare i nipoti, quindi mettete in conto qualche piccolo strappo alla regola.

Ogni tanto lasciatela vincere

Nessuna suocera sopporta di essere comandata dalla nuora, quindi parte della vostra strategia potrebbe essere quella di farla vincere laddove non vi crea troppo fastidio. In cucina ad esempio o lasciandola fare dei lavoretti con i bambini. Cercate di sfruttare le sue competenze a vostro vantaggio.

A differenza del vostro compagno, la suocera non ve la siete scelta, e se non è come voi vorreste, non lasciatevi mettere in crisi. Dovete essere sicure di voi stesse e delle vostre scelte di vita. A lei non piace come vestite i bambini o come arredate la casa? Voi siete giovani e state facendo il meglio per la vostra famiglia, lei rappresenta un’altra generazione, è normale che non condivida tutte le vostre idee.

L’armonia familiare è più importante che cercare di modificare una persona che difficilmente cambierà.

Quindi non prendetevela, vivete le sue bizzarrie con ironia e ogni tanto fate qualcosa per lei. Spesso piccoli sforzi di questo genere danno grandi risultati!

Mi chiamo Andreana, ho 34 anni, un marito che definirei "workaholic" e due figli: Matteo, 4 anni, e Camilla, 1 e mezzo Il mio messaggio a tutte le mamme (lavoratrici o meno) è: non dimenticate chi eravate prima di avere figli, e se amate davvero i vostri bambini... allora prendetevi cura della loro madre (e un po' anche del loro padre)!

Rispondi