The Adventures of Alice a Roma: tutti dentro la favola

0

Proprio ieri siamo stati all’anteprima mondiale dello spettacolo multimediale The Adventures of Alice a Roma, presso il Guido Reni District.

Si tratta di uno show basato sull’innovativa tecnologia video SENSORY4™: un sistema multimediale unico, sviluppato da GRANDE Exhibitions, che armonizza motion graphic multicanale, suono surround di qualità cinematografica, con oltre 40 proiettori ad alta definizione per fornire immagini dettagliate e particolari in primo piano.

In pratica si passeggia dentro il mondo di Alice e si scoprono i mille dettagli della storia piano piano.

The Adventures of Alice: spettacolo per tutta la famiglia

Ma andiamo con ordine. Voglio raccontarvi tutto… beh, non proprio tutto, altrimenti vi tolgo il gusto della sorpresa!

_msa1301
Si arriva al cancello e già ci si immerge nel clima festoso del periodo e si entra nel grande cortile già allestito con elementi caratterizzanti la storia di Alice nel paese delle meraviglie e musica tutto intorno.

Le mie bimbe si son divertite ad esplorare l’aerea e a riconoscere tutti i dettagli che riportavano a momenti della favola.
Una volta entrati, si cade quasi letteralmente nel  buco da cui passa Alice e ci si immerge nel suo mondo fantastico.
Tutti i sensi sono coinvolti, lo spettacolo è tutto intorno.

_msa1453

 

La cosa bella è che i bambini sono liberi di muoversi come vogliono, lo spazio non è dispersivo ed è sicuro. Grandi cuscini e punti d’appoggio, ambiente caldo e accogliente.
Sulle pareti è rappresentata la storia, raccontata da una voce narrante che incanta e affascina.
L’esperienza immersiva è firmata da Ninetynine e GRANDE Exhibitions, non aspettatevi uno spettacolo “classico”, un film come al cinema, niente del genere: è un percorso multimediale per tutta la famiglia che riprende i disegni originali di John Tenniel, con la voce narrante di Ennio Coltorti, grande doppiatore italiano.

_msa1346

Il cappellaio matto ci ha accolto e accompagnato per tutto il tempo, intrattenendo i bambini con la famosa canzoncina del “Buon non compleanno”.

Sarà perchè era la prima assoluta, sarà che eravamo particolarmente affascinati ed elettrici, ma non abbiamo dato giusta attenzione alla storia in se’ raccontata, ma siamo stati rapiti dall’ambiente e dallo scoprire come fosse rappresentata la favola. Abbiamo vissuto l’esperienza ingordi di tutto.

Il percorso poi termina in una bella area giochi, con giochi anche qui multimediali, ma anche giochi più “classici” per far scatenare i più piccini, anche qui l’ambiente è facilmente tenibile sott’occhio, anche dall’angolo caffetteria per mamme e papà, con tè (immancabile!) e dolcetti deliziosi!

Insomma, che altro dire?! A noi è piaciuto.

_msa1318

Info utili per andare a visitare The Adventures of Alice a Roma

La mostra si alterna tra ambienti all’aperto (pochi) e ambienti al coperto riscaldati. Portatevi giacchetti quindi facilmente gestibili e poco ingombranti.
Abbigliamento comodo per tutti!
E’ adatta anche e soprattutto ai più piccini, ma non portate il passeggino, è più divertente passeggiare, saltellare, rotolarsi…
Fate conoscere bene la storia prima ai vostri figli, in modo che possano apprezzare appieno tutti i riferimenti alla stessa durante la mostra, la gusteranno in maniera decisamente più intensa e divertente.
Non è necessario portarvi bevande e cibo, la caffetteria è ottima!

The Adventures of Alice a Roma: quando e dove

La mostra multimediale è allestita all’interno dell’ex caserma Guido Reni, in Via Guido Reni, 7 (zona Flaminio) dall’8 dicembre fino al 19 marzo.
Per tutte le informazioni, consultare il sito ufficiale: http://www.aliceroma.it/
I
 biglietti sono acquistabili nella biglietteria della mostra (13.00 euro) o anche online.
Il costo varia tra giorni feriali e festivi e ci sono pacchetti sconto per famiglie.

Una bella esperienza, unica nel suo genere. Durante queste feste di Natale è da vivere tutti insieme!

Micaela

Mamma di 3 piccole belve: Miriam, Melania e Massimo. Moglie di Marco. Meravigliosamente innamorata della vita. Social addicted e inguaribile ottimista.

Rispondi