Il Titanic attracca a Torino. Niente paura, nessuno lascerà la terra ferma!

0

Manca poco all’arrivo del Titanic in Italia!
Tra il 18 marzo ed il 25 giugno, infatti, Torino si trasformerà nell’unica città portuale senza mare, accogliendo ciò che resta del relitto del Titanic.
L’esposizione, che sarà allestita presso la Promotrice Belle Arti, in via Balsamo Crivelli, 11, è stata presentata lo scorso 9 marzo in anteprima proprio da Alexandra Klingelhofer, Vice President of Collections Premier Exhibitions, e da Lara Martinetto per Dimensione Eventi, la società con sede a Ciriè, che, su licenza di Premier Exhibitions ha curato la produzione di questo evento in Italia. E’ intervenuto alla conferenza stampa anche l’Assessore al Turismo Alberto Sacco che ha ringraziato Premier Exhibitions per aver scelto come il location il capoluogo piemontese.

Tra il pubblico, per voi, lenuovemamme!

Francesca lenuovemamme

La mostra sul Titanic sembra davvero un’esperienza da non perdere e risulta anche molto adatta alle famiglie con bambini visto l’impostazione molto “esperienziale”. Infatti, “Titanic – the Artifact Exhibition“, questo il nome della mostra che nelle sue precedenti tappe in diversi paesi, ha già affascinato 25 milioni di visitatori, è molto più che una mera collezione di oggetti originali rivenuti dal relitto del Titanic.


Certo, poter osservare gli oggetti appartenuti a chi viaggiava, con un carico di valigie e di speranze su quella sfortunata nave, può essere già di per sè molto interessante, così come poter apprezzare gli eleganti servizi di porcellana che imbandivano le tavole del ristorante di bordo ma ciò che più emozionerà sarà avere la possibilità di sentirsi davvero a bordo del Titanic. La riproduzione in scala reale di una cabina di prima classe e di una di terza farà riflettere gli adulti sulle condizioni di viaggio dei passeggeri, molto diverse a bordo della stessa nave, e farà sentire i bimbi parte di un viaggio alla conquista dell’Oceano.

muro di ghiaccio

Toccante e molto crudo è il contatto fisico che i visitatori avranno con una parete di ghiaccio reale, ricostruita per far comprendere le condizioni di gelo in cui è avvenuto l’affondamento della nave inaffondabile.
La scelta dell’audioguida è consigliata perchè consente di rivere in prima persona, grazie ad un racconto realistico e drammatizzato, soprattutto il momento dell’impatto con Iceberg.
In esclusiva, ci sarà una sala dedicata esclusivamente ai passeggeri italiani, quasi tutti parte dell’equipaggio, con i loro nomi, le loro storie ed il loro carico di sogni proiettati verso un nuovo mondo che non sono mai riusciti a conoscere.
Altra icona del Titanic, da toccare con mano in questa mostra, è la celebre scalinata da cui tutte le mamme spereranno di veder scendere, da un momento all’altro, un giovanissimo Leonardo Di Caprio ma, forse, sarebbe meglio evitare, visto che tanto, l’insistenza dei figli le trascinerebbe, comunque, goffamente, altrove, proprio sul più bello!
Altra chicca della mostra sul Titanic in versione italiana sarà il modellino dell’imbarcazione, in scala 1  a 100, con i quattro ponti superiori totalmente arredati, realizzato da Duilio Curradi.
Sarà difficile trattenere la commozione di fronte al memorial wall che, coi nomi di tutti i passeggeri del Titanic, chiude la mostra ma, tanto, i bimbi saranno già proiettati verso il parco giochi, dunque, non ci sarà il tempo nemmeno per una lacrimuccia!


Titanic – the Artifact Exhibition può essere il pretesto per visitare Torino, una città che, negli ultimi anni sta collezionando soddisfazioni in fatto di turismo e di riconoscimenti e che risulta sempre più idonea ad essere scoperta con bimbi al seguito.
Dopo aver visitato la mostra sul Titanic l’ideale è far “sgranchire un po’ le ossa” ai bimbi nel verde del Valenti, il parco cittadino che si sviluppa sulla riva del Po e che comprende, al proprio interno, una ricostruzione fedele di un borgo medievale che lascerà a bocca aperta grandi e piccini.


Il centro città offre proposte innumerevoli alle famiglie, soprattutto sotto forma di visite guidate e laboratori organizzati presso i musei più importanti, anche in quelli che potrebbero sembrare più noiosi, rivolti ai bambini.

Tra le tante soluzioni per il pernottamento della famiglia a Torino, è Wine House Apartment, dotato di tutte le comodità per la family on move!

Vivo a Caselette in Val di Susa, un posto in cui ancora i vicini si scambiano i biscotti fatti in casa ed i bambini crescono insieme. Due figli, un marito e una piccola ditta che seleziona e rivende vini di qualità

Rispondi