Il Weekend in Giappone? Non pervenuto…

0

Weekend in Giappone… Per molte persone un sogno irrealizzabile, per altri un momento per sbrigare tutto quello che non si riesce a terminare nei giorni feriali. Insomma, non sembra un momento tanto attraente, vero?

Il Weekend in Giappone? Non pervenuto…

weekend in giappone

Come tutti sanno, il Giappone è un paese che non si ferma mai. La giornata lavorativa è più lunga, il giorno di riposo spesso e volentieri si ottiene in un giorno feriale, e in qualche caso non si ottiene proprio.

Il giapponese medio ha un giorno di riposo infrasettimanale, e quindi il Weekend in Giappone è praticamente lavorativo.

Quelli più fortunati, invece, riposano sabato e/o domenica, e allora possono dedicarsi anche a qualcosa di diverso, rispetto alle normali occupazioni infrasettimanali.

Se capita di uscire durante il Weekend in Giappone, e si lascia a casa l’auto, ci si trova di fronte a stazioni e centri commerciali “invasi” dalla gente.  Immaginate poi nei periodi di festa come l’hanami. Si cammina a fatica, e soltanto seguendo l’andamento della folla, i mezzi di trasporto sono pieni e non è facile prendersela comoda.

Lo stesso capita se si decide di spostarsi in auto.

I giapponesi, molto spesso, non usano la macchina durante la settimana, perchè spostarsi coi mezzi in molti casi è più rapido e conveniente, e quindi decidono (in massa) di uscire in auto nel weekend. Col risultato di trovare strade congestionate nelle ore di punta, e traffico decisamente poco scorrevole (consideriamo il fatto che, se si guida solo nel fine settimana, lo stile lascia alquanto a desiderare… senza dimenticare che le strade giapponesi sono molto spesso irregolari, e guidare richiede molta attenzione).

Weekend in Giappone

Per una questione puramente economica, se devo organizzare qualcosa di diverso dal solito scelgo sempre un giorno feriale. Per questo motivo non ho esperienza diretta della visita a musei, o luoghi di interesse nel Weekend in Giappone. Ma dal numero delle persone che decidono di spostarsi nei giorni festivi penso che il tutto richieda certamente del tempo.

Noi siamo fortunati.

Mio marito lavora nella scuola, e quindi il suo impegno va dal lunedì al venerdì, e lo lascia libero nel fine settimana.
Mio figlio va all’asilo per mezza giornata per due sabati al mese, ma normalmente passiamo il tempo insieme.

Di solito ne approfittiamo per dormire.
Durante la settimana mio marito si deve svegliare alle sei, e io mi sveglio con lui per preparare la colazione. Anche se poi cerco sempre di tornare a dormire, difficilmente ci riesco. Quindi poter dormire nel fine settimana è qualcosa di essenziale, per entrambi.

Weekend in Giappone: Altro appuntamento fisso dei nostri fine settimana è la spesa.
Certo, nei giorni feriali capita di fare qualche acquisto, ma poter comprare tutto l’essenziale nel fine settimana aiuta a affrontare il tempo fra un weekend e l’altro in maniera più tranquilla.

A proposito della spesa settimanale, di solito il tutto si riduce a due soste al massimo. Una in un “Home Center”, per acquistare detersivi, fazzoletti e affini. L’altra in un supermercato dei dintorni.

Ovviamente, sbrighiamo le nostre commissioni e poi decidiamo di uscire per piacere. Ma non abbiamo mai grandi progetti, non andiamo a vedere mostre (mettevi nei nostri panni, voi conoscete un bambino di circa cinque anni che si divertirebbe a una mostra qualsiasi?) o partecipiamo a eventi in cui un bambino potrebbe non trovarsi a suo agio.

Le nostre mete preferite sono i parchi della zona.

O alcuni centri commerciali in cui si trovano degli spazi per bambini, e più raramente altre località o parchi di divertimento in cui i bambini possono sbizzarrirsi senza limiti. In base a questi criteri, durante alcuni Weekend in Giappone siamo stati in alcuni centri della zona. Come il Legoland Discovery Centre di Osaka. O il Museo Anpanman di Kobe. Non siamo ancora andati al cinema…

Weekend in Giappone

Weekend in Giappone. Il cinema

Il problema, almeno per noi, è la mancanza di scelta nell’offerta di film per bambini. Pochi titoli, per cui mio figlio mostra poco interesse. Accoppiati a un prezzo del biglietto non molto alla portata di tutti. E alla lontananza delle sale cinematografiche più vicine, ci hanno frenati fin’ora. Però, sfruttando l’interesse di mio figlio per i film Lego, sto pensando di portarlo a vedere Lego Batman.

Quando? Ovviamente nel fine settimana!!

Vivo in Giappone dove insegno agli adulti che vogliono imparare la mia lingua, mi sono sposata e, quattro anni fa, è arrivato il nostro piccolino. Dopo di lui sono arrivate pure delle soddisfazioni sul lavoro, e ho cominciato a lavorare per un'università della zona in cui vivo.

Rispondi