I 50 anni di Doctor Who a Buckingham Palace

0
1128

Ultima modifica 27 Novembre 2013


Buckingam
La Famiglia Reale inglese non disdegna di incontrare in eventi pubblici personaggi famosi del mondo dello spettacolo.
La scorsa settimana i fan di una nota serie tv britannica, Doctor Who, hanno festeggiato i 50 anni di vita del loro telefilm preferito.
E oltre alla puntata specialissima (che ha visto la riunione sul piccolo schermo di alcuni degli attori che nel corso degli anni avevano interpretato il fantasmagorico dottore) e al successivo party televisivo c’è stato anche un altro evento speciale avvenuto in un luogo altrettanto importante: Buckingham Palace.

A fare da host ai quattro Doctor Who, Sophie Rhys-Jones, ovvero la Contessa del Wessex e moglie di Edoardo che, si dice, sia una fan della serie.

E i giornali inglesi in questi giorni sono pieni di foto dell’evento e di una Sophie sorridente e completamente a proprio agio nel ruolo di padrona di casa.
Io non so se ve la ricordate il giorno del suo matrimonio.sophie
O, comunque, se ve la ricordate proprio.
Perché’ Sophie è sempre stata una persona molto riservata, che ha centellinato le uscite pubbliche.
E tutto questo poco apparire potrebbe aver dato l’impressione a qualcuno che, forse, non fosse proprio nelle grazie della Betty.
E invece pare che la Regina nutra un profondo affetto per questa nuora che sa stare così bene al proprio posto, sempre sorridente e pacata.
Uno di quei rapporti di stima silenziosi.
Forse un po’ freddi, magari.
Ma, cavolo, stiamo parlando della Regina!

E allora mi sono andata a cercare online, per curiosità, altre notizie sulla Contessa del Wessex.
Scoprendo una persona solare, riservata e misurata.

E che sta passando da un bassissimo profilo con scarsi interventi pubblici, ad un tipo di immagine più visibile, prendendo parte a viaggi ufficiali e occupandosi di eventi più mondani.

Insomma.
Sembra che Sophie sia cambiata. Anche nel look.
Che è più allegro e moderno di un tempo.

A me piace molto.
Voi cosa ne pensate?

Silvia Schettini

Rispondi