Animal Crossing: New Horizons [Recensione]

0
369

Nintendo centra di nuovo il bersaglio facendo uscire su nintendo switch un altro bellissimo e avvincente life simulator della serie Animal Crossing.

Animal Crossing

Dopo aver creato il personaggio attraverso un editor abbastanza basilare, vi ritroverete in viaggio verso un’isola paradisiaca alla volta del magnate procione preferito della serie Tom Nook e, come in altri giochi della serie, dovrete prendere in prestito somme di denaro sempre più ridicole per acquistare ed ampliare una bella casa, mobili eleganti e abiti carini.

Animal Crossing: New Horizons si basa sul consolidato gameplay della serie, ma aggiunge interessanti novità.
La pazienza è il requisito necessario, visto che i processi di scoperta e costruzione richiedono tempo, tante stelline, miglia di Nook e tanti materiali, alcuni dei quali non saranno disponibili sulla nostra isola ma dovranno essere reperiti altrove.

Animal Crossing

In Animal Crossing: New Horizons, catturerete insetti, coltiverete frutta, raccoglierete la legna e pescherete molti pesci, in modo da poter  guadagnare abbastanza denaro per poter acquistare o costruire tutto ciò che desiderate.

Man mano che costruirete le vostre strutture e infrastrutture, altri personaggi vorranno trasferirsi sulla vostra isola e diventare vostri vicini e amici.
Ci sono quasi 400 villici animali unici nel gioco, ognuno con la sua personalità stravagante, ma solo 10 alla volta potranno vivere sulla vostra isola.

Dopo alcuni giorni passati sulla vostra isola, conoscerete Blatero, un gufo curatore di un museo che mette in mostra insetti, pesci e fossili.
Vi incaricherà di raccoglierne uno di ogni esemplare, ma alcune specie di pesci e insetti compaiono solo in determinati momenti della giornata o in determinate condizioni atmosferiche.

Basti dire che ci vorranno mesi di gioco per completare questo incredibile compito.

Reperire i materiali richiesti o catturare determinati animaletti e pesci per arricchire il museo di Blatero però non è per nulla semplice, visto che non tutto è presente sulla nostra isola, di conseguenza viaggiare di tanto in tanto a bordo degli aerei della Dodo Airlines è indispensabile.

Animal Crossing

Se invece non vi piace catturare e imprigionare la fauna, potete immergervi nel nuovo sistema di creazione fai-da-te.

Per prima cosa, dovrete imparare la “ricetta” corretta: ne riceverete alcune dai vostri abitanti del villaggio, altre le troverete nelle bottiglie che vi porteranno le onde dell’ oceano o in palloncini volanti che farete scoppiare con la vostra fidata fionda,  per poi raccogliere i materiali necessari.

Quindi dovrete andare in un banco da lavoro per costruire i vostri  mobili prima di esporli con orgoglio o regalarli.

Animal Crossing

Accedendo all’aeroporto si potrà partire per un’isola scelta casualmente utilizzando uno speciale Coupon, acquistabile con le Miglia, in alternativa si viaggia sulle isole di altri giocatori, caratteristica che richiede una sottoscrizione attiva a Nintendo Switch Online.
E’ presente anche un multiplayer locale dove sarà possibile ospitare 8 giocatori sulla stessa isola.

Lo stile di Animal Crossing: New Horizons è molto simile ai suoi predecessori con una grafica colorata e buffa che garantisce, rispetto al passato, una cura nei dettagli più minuziosa, animazioni nettamente superiori e una grande varietà di oggetti, indumenti, personaggi e animaletti.
Molto riuscito il sistema di illuminazione, la gestione delle ombre e gli effetti atmosferici che impreziosiscono un comparto tecnico di ottima fattura.

Animal Crossing

Verdetto 

Animal Crossing: New Horizons è semplicemente stupendo.

Non solo ha mantenuto lo stile della serie, ma ha anche aggiunto e migliorato una vasta gamma di elementi chiave. L’esperienza di gioco è molto piacevole e risulta essere un’attività rilassante durante questi periodo stressante.
Si può solo sperare che Nintendo continui a supportare e ad aggiungere elementi e migliorie al gioco, portandolo a livelli ancora più alti.

VOTO: 9.5

Classe 1977, cittadino romano e giramondo. Sono DJ internazionale, produttore di musica elettronica e proprietario/fondatore di una etichetta discografica “Extrema Global Music”. Videogiocatore da sempre. Pronto a condividere e dare consigli su come vivere al meglio o avvicinarsi per la prima volta al mondo dei videogames

Rispondi