Arrivo della bella stagione, come tenere al sicuro i proprio bambino

0
130

Finalmente è arrivata la bella stagione e per i bambini è giunto il momento di scatenarsi all’aperto, dopo aver trascorso buona parte delle lunghe giornate invernali a casa.
Tra i campus estivi, le vacanze in colonia, le corse sfrenate e le partitelle a calcetto, bisogna però considerare che il periodo estivo coincide spesso con la comparsa di alcuni “mali di stagione” ai quali bisogna comunque prestare attenzione.

Visto che la chiave per evitare problemi è quasi sempre la prevenzione, vediamo insieme alcuni consigli per tenere al sicuro i vostri bambini con l’arrivo della bella stagione

child-872057_1280
La pediculosi: una malattia innocua ma incredibilmente fastidiosa
Uno dei primi rischi che s’incontrano in estate è la fastidiosissima infestazione da pidocchi: nonostante la pediculosi non faccia distinzioni fra grandi e piccini, i bambini sono senza dubbio più esposti alla schiusa delle uova di questi parassiti, perché tendono a ruzzolare per terra e ad entrare spesso a contatto fra loro. Uno dei rimedi più usati è quello di utilizzare le capsule di aglio inodore, che non risultano pesanti per l’alito e che, attraverso la sudorazione, secernono delle sostanze che manderanno gambe all’aria i fastidiosi parassiti. Nel caso vogliate saperne di più si consiglia di visionare altri rimedi naturali per eliminare i pidocchi su siti che trattano approfonditamente l’argomento.

Sì viaggiare, ma in sicurezza
Avete deciso di fare una vacanza in famiglia, magari all’estero? Allora sarà il caso di pensare alla sicurezza vostra e dei vostri figli, ricorrendo ai giusti vaccini per combattere le malattie infettive più pericolose, come ad esempio la malaria, il colera, il tifo, l’epatite e la febbre gialla. Se siete interessati a scoprire quali vaccini richiedere e per quali malattie, noi consigliamo assolutamente di rivolgervi al Ministero della Sanità e all’OMS, così da prepararvi adeguatamente.

Come evitare le malattie più invasive
L’estate non significa solo viaggi, vacanze e giornate rilassanti, ma anche il risveglio di batteri come la Salmonella e l’Escherichia Coli, responsabili fra le altre cose della cosiddetta ‘diarrea da viaggiatore’, delle tonsilliti, delle influenze batteriche e, ovviamente, delle numerosissime infezioni alimentari. Queste sono problematiche serie per gli adulti, quindi si raccomanda di controllare molto attentamente l’alimentazione del proprio bambino per non rischiare nulla.

Per non parlare poi dell’infezione da micosi: un fungo che è molto facile contrarre nelle strutture pubbliche o turistiche, e che proliferano nelle piscine, nei bagni e nelle docce. Per combattere queste malattie è sempre fondamentale idratare il bambino, fargli assumere tanti fermenti lattici e, nei casi in cui la malattia diventa più pesante, ricorrere ai farmaci ma solo su prescrizione medica.

 

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi