Baby-doll e Company

Ultima modifica 14 Marzo 2018

Siete pro lingerie o pro t shirt e boxer?
Il look di una donna ha una sua storia, segue delle fasi ben precise, è come una soap opera: ricca di soprese, seducente, con risvolti sexy, a volte un po’ “scandalosi”.

Salto le fasi iniziali, ricordando con affetto e simpatia il periodo dell’infanzia con la bellissima biancheria intima piena di faccine, personaggi, fiocchetti e altro ancora.
E arriviamo al picco della nostra femminilità. Il periodo della piena coscienza del nostro ego, del nostro corpo. Quasi tutte vi arrivano con un amore sfrenato per la lingerie. Reggiseni con spalline, senza spalline, push up, con ferretti, pizzi, a balconcino, con qualche ciondolino, molto sexy per una serata hot. Mutandine, brasiliane, perizoma, culotte, e altro ancora.
E sottovesti, baby doll, per essere al top anche mentre si dorme.

Il look era importante. L’abbigliamento intimo rilevante. E ciò non significa essere tacciate di superficialità. Come un bel vestito, un bell’accessorio, anch’esso diventa una coccola in più.
Questa fase secondo voi deve finire? Se qualche marito o compagno mi stesse leggendo probabilmente direbbe che termina violentemente ed inesorabilmente, più o meno dopo l’arrivo della prole.
Ma non è così. Almeno non dovrebbe esserlo.

Certo bisogna anche capire che le cose cambiano. Ma cambiare non significa necessariamente stravolgere tutto. Siamo più stanche, abbiamo più pensieri, a volte troppi . Ma certe belle abitudini è meglio mantenerle.
Se usavi in baby doll usalo ancora! Se il pizzo per te era come una seconda pelle, non esfoliarti troppo!
Non insistere con la t shirt xxl se quando vi siete frequentati solo l’idea di questo “pezzo di abbigliamento per la notte “ ti sconvolgeva.

Lui ti vede ancora così, come a quei tempi: bella, sensuale e sexy!

 

Lorenza Tondini

Rispondi