Bambini vs Adulti

2
677

Ultima modifica 18 Dicembre 2015

Qualche giorno fa ho portato la mia nipotina al parco giochi.
Ovviamente era pieno di bambini che si litigavano i pochi giochi disponibili, seguendo un ordine di importanza ben definito: al primo posto l’altalena, seguita dallo scivolo, medaglia di bronzo al pinco panco, gli altri giochi pari merito al quarto posto.

Penso sia naturale per un adulto avere l’istinto di intervenire quando i bambini litigano, ma penso anche che ai bambini faccia bene litigare.

Secondo me è un modo che hanno per mettersi alla prova, per misurare i propri limiti, negoziare con l’altro e trovare anche compromessi, oppure decidere di lasciare perdere e dedicarsi ad altro (naturalmente nei limiti: se si stanno accapigliando troppo magari è bene dividerli…).

Ma è come se per noi adulti i bambini che litigano siano una disconferma del nostro modello educativo.

Della serie “Se litiga significa che non sono una figura educativa valida….”
E allora ecco che si moltiplicano frasi tipo: “Dai fai il bravo!” “Non litigate” “Giocateci insieme” “Ma perché non glielo presti?” “Ma  tu sei più grande fai giocare lui/lei” ,“Non urlare!”

Credo che viviamo i litigi dei bambini come dei tabù, delle cose che non devono succedere perché i bambini devono fare i bravi, non devono urlare, devono condividere tutto, giocare educatamente, essere gentili perché solo così noi ci sentiamo degli adulti competenti che sanno dare delle valide regole educative.

E’ come se non concedessimo ai bambini il diritto di esprimere le emozioni considerate “negative” come ad esempio la rabbia o la gelosia.

Invece noi adulti ci concediamo tutto, ci arrabbiamo sempre e con chiunque: ci arrabbiamo per il traffico, con il governo, con la Tv, litighiamo con gli amici, coi colleghi, con i mariti/mogli/compagni/conviventi/famigliari/ecc. ecc.; non prestiamo MAI le nostre cose alle persone che non conosciamo, diciamo le parolacce, gridiamo, siamo gelosi (e a volte pure invidiosi)….

E alla fine se lo facciamo noi perché non possono farlo anche i bambini?

Alessandra Biancardi

2 COMMENTS

  1. Ciao Alessandra. Tocchi una questione attualissima. Ho due figli bimba di 6 anni e bimbo di 4: il conflitto tra loro è ricorrente. Giocano e litigano, si abbracciano e si menano. Rivendicano e si cercano.
    Quello che succede tra loro poi per quel che vedo, anche se in misura ridotta, succede anche tra amichetti.
    Non sono un manica del pacifismo tra bambini, credo che la loro crescita passi anche nella fase dei piccoli conflitti. mi interrogo però sui motivi dei loro litigi, per capire che cosa genera e per poi passare alle conseguenze.
    In fondo i motivi sono sempre quelli: la fatica a condividere qualcosa (possessività), la prevaricazione (il passare avanti fregandosene), una certa dose di egocentrismo ecc.
    Credo sia utile, in certi casi, lasciare a loro la possibilità di esprimere emozioni, ma credo sia doveroso riuscire a qualificarle: quelle negative esistono. Eccome.
    E non credo che se un adulto si “conceda tutto” questo sia un approccio corretto perchè i bambini crescano nella percezione che l’arrabbiarsi possa avere anche connotazioni negative.

    Sai poi non è detto che tutti gli adulti si concedano proprio tutto. Come papà cerco di arrabbiarmi il meno possibile e di farlo possibilmente su questioni che contano. Cerco di condividere le mie cose e vedo che i bambini questo lo notano e lo imitano, ogni tanti.

    In generale sono sempre più convinto che litigare non faccia bene: esprime un conflitto, della rabbia, è un non accettare l’altro. Che poi sia un momento dell’esperienza da non nascondere sono d’accordo, ma credo che il far bene sia altro.

    ciao!

    • Ciao, grazie per il tuo commento.
      Credo che arrabbiarsi faccia parte della gamma di emozioni che noi tutti proviamo. Come adulti possiamo aiutare i bambini ad imparare a gestire al meglio le emozioni così dette “negative”.
      I bambini ci guardano e ci imitano, con il nostro esempio gli mostriamo che ci si può arrabbiare ma che le emozioni si possono controllare e che dopo aver litigato si “fa la pace”!
      Video i bambini vedono i bambini fanno

Rispondi