Batnight a Villa Borghese: Romoletto e Augustarello i pipistrelli

0
374

Ultima modifica 24 Agosto 2016

 

Altro che ultrasuoni udibili solo dai pipistrelli, della Batnight a Villa Borghese se ne sente parlare ovunque sia in rete che tra i genitori e soprattutto in modo entusiasta.
E allora sabato scorso alle 19 eccoci, con scarpe comode e torce, puntuali di fronte al Bioparco pronti a conoscere Romoletto e Augustarello, i due pipistrelli romanacci.

Ci accoglie Leonardo, il dottorando chirottero – esperto di pipistrelli – la nostra batguida. Dal suo batzaino sono usciti fuori due crani di pipistrello e soprattutto due batcorder, uno strumento acustico sensibile agli ultrasuoni emessi dai pipistrelli, che i bambini presenti si sono divisi per tutta la passeggiata senza litigare.

Cosa si scopre durante la Batnight a Villa Borghese

Così al tramonto, quando la luce tenue fa uscire i pipistrelli in cerca di cibo e di acqua, ci siamo avventurati lungo Villa Borghese passando dalla Valle dei Cani, fino a raggiungere il laghetto dove si abbeverano e tornando indietro lungo i viali della Villa e abbiamo saputo che Romoletto e Augustarello:

  • Sono piccolissimi, pochi centimetri
  • Augustarello è un albolimbato : un gran furbacchione ha una buona resistenza alla luce per cui gira intorno ai lampioni e ha così praticamente il cibo tutto per lui
  • Romoletto è un e molosso di Cestoni che ama le altezze, vola oltre i 100 metri
  • vedono in bianco e nero
  • non fanno i nidi ma vivono in rifugi… come grondaie e alberi
  • a Roma la colonia più grande sembrerebbe essere al quartiere africano, ecco meno male non dietro casa nostra
  • non si attaccano ai capelli
  • non mangiano le zanzare, anzi gli fanno anche piuttosto schifo, sembra.
  • i pipistrelli vampiri esistono, solo in Amazzonia, non mordono ma lacerano la pelle degli animali per leccare il sangue. E’ successo anche con esseri umani… ma non capita spesso

La passeggiata di due ore e mezza quasi, ha entusiasmato i bambini presenti dai 6 ai 12 anni, Leonardo il batesperto è stato chiaro, coinvolgente ed esauriente.
Il contesto ambientale della Villa andrebbe illuminato meglio e curato di più.
Il consiglio migliore per chi vuole vivere una Batnight è evitare di portare bambini in passeggino, si tiene difficilmente il passo e bisogna salire delle scale piuttosto lunghe.
Il costo del biglietto è di 7 euro per bambini oltre i 6 anni e adulti, adeguato e giusto per un’attività di tale successo, anzi rispetto all’estero e ad altre città italiane decisamente alla portata di tutti.

Nel salutarci il Batesperto ci ha confermato che ci saranno altre Batnight visto il successo e la richiesta del pubblico, per le prossime date potete consultate il sito, ma vi consiglio di telefonare il prima possibile per prenotare perché i posti vanno a ruba:
Cooperativa Myosotis (lunedì 9.00-14.00; martedì-venerdì 9.00-19.00)
attivita@museodizoologia.it
+39 06 32609200; +39 06 97840700; mobile +39 320 2476948

Arianna Orazi #MammaReporter bonzomamma

Rispondi