Cara Merkel no, significa NO!

Ultima modifica 14 Ottobre 2019

La Germania riforma la legge sullo stupro. Leggo l’articolo, e sinceramente in un primo momento penso di essere capitata su uno di quei siti che vivono di bufale. Controllo bene l’url, e.. no, sembra proprio una testata ‘vera’.

Evidentemente l’episodio di Colonia non ha insegnato molto ai tedeschi che ora sicuramente si sentiranno ancor più autorizzati a far del male a donne innocenti.
Purtroppo per la legge tedesca anche se manifesti di opporti al rapporto sessuale questo non sarà sufficiente a far condannare l’aggressore.

germania-legge-stupro

Espressioni come “non farmi del male”, ” lasciami andare “, oppure il silenzio dettato dal terrore di essere ammazzata non basteranno.

Avete capito bene.
Io non ho mai sentito una legge più assurda di questa.

No vuol dire No. Punto. Non vuol dire “forse”, ma soprattutto non vuol dire ” sì”.

Decisivo sarà quindi il comportamento della donna danneggiata e non del colpevole.
Quindi in tribunale torneranno le solite frasi standard dello stuprarore ” se l’è cercata”, ” sembrava disponibile”, ” era ubriaca”, ” era provocante”.

E anche i ‘ semplici palpeggiatori’ rimarranno impuniti.

Ma non è finita. La vittima deve dimostrare di aver opposto resistenza.
Avete bisogno che io commenti?
La paura che si può provare? E poi perché deve essere messo in discussione un no?
Un NO.
Capito?

Vuoi questa cosa? NO!
Quindi se la fai sei colpevole. Magari così, piano piano, si educano le persone che se si fa qualche cosa contro il volere del prossimo, si è puniti e forse, ripeto forse, nel tempo, smettono di farle. E’ così semplice, cara Merkel.

Questa sarà la legge che aumenterà gli stupri, li legalizza praticamente .
Chissà a capodanno dell’anno prossimo a Colonia che festone per i pervertiti…

Elisa Toscano

1 COMMENT

  1. quando leggo queste cose, purtroppo, mi viene un solo pensiero: queste persone meritano di essere stuprate per, FORSE, capire. E sarebbe comunque troppo tardi. Osceno!

Rispondi