Cucinare con le ortiche

0
894

Le ortiche non si trovano sui banchi del mercato e neppure in negozi specializzati, bisogna raccoglierle in campagna dove crescono ovunque, ma sono necessarie alcune precauzioni per raccoglierla e, soprattutto bisogna saper scegliere.

La migliore raccolta si fa dopo una fitta pioggia quando le foglie sono meno urticanti e diventano più tenere ed è meglio cercarla lontano da strade, dai fumi delle automobili e cioè dove non c’è, o quasi, smog.
Raccoglietele, comunque, usando i guanti ed un coltello, tagliate solo le cime delle quali userete solo le foglie, le migliori, quindi lavatele accuratamente e sciacquatele.
Mettete sul fuoco una pentola piena d’acqua e, a bollore, aggiungete una manciatina di sale e buttate le ortiche che vanno solo sbollentate, mi raccomando, per pochi minuti.

Le ortiche sono pronte per essere adoperate per…..

Tagliatelle
300 gr di farina, 3 uova, 150 gr di ortica

Impastate la farina con le uova , l’ortica e un pizzico di sale (mi raccomando niente acqua), se l’impasto risultasse troppo duro aggiungete un altro uovo.
Coprite la pasta con un panno umido e, quindi, tirate la pasta a mano o con l’apposita macchinetta.
Potete farne tagliatelle, maltagliati o fettuccine da condire con il classico ragù, con un sugo di cacciagione o di anatra o…

Gnocchi
300 gr di patate vecchie, 300 gr di ortiche, 1 uovo,150 gr di farina, burro q.b, parmigiano reggiano grattugiato, sale, salvia.

Cuocete le ortiche come sopra indicato, strizzatele e tritatele molto fini. Cuocete le patate con la buccia, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate.
Mettete la farina sulla spianatoia a fontana, inserite al centro la purea di patate ancora calda le ortiche tritate, l’uovo e un po’ di sale. Lavorate accuratamente l’impasto.
Procedete come il solito facendo i cilindri e usando il pettine o la forchetta, cocete in acqua bollente e condite con burro, salvia e abbondante parmigiano.

Pesto
Sì, con le ortiche si può realizzare un ottimo pesto utilizzabile per delle verdure da gratinare e, con l’aggiunta di due cucchiaini d’acqua di cottura, è un delizioso condimento per la pasta.
Occorrono 200 gr fi figlie cotte, 1 spicchio d’aglio, 10 nocciole tostate, 1 cucchiaio di mollica di pane tostata, olio extra vergine, sale e pepe.
Pestate nel mortaio tutti gli ingredienti aggiungendo l’olio a filo fino ad ottenere una pasta sufficientemente densa e aggiustare di sale e pepe. Se non avete pazienza, o non avete il mortaio, usate un frullatore, ma non saprete mai cosa perdete!!

Ma…conoscete la zuppa all’ortica?
E’ favolosamente semplice e deliziosa, occorrono 400 gr di ortica, 20 di olio extra vergine, 30 gr di formaggio grana, 240 gr di fette di pane casereccio di qualche giorno, aglio, sale e peperoncino q.b.

Fate soffriggere l’agio, togliendolo prima della doratura, aggiungete l’ortica e fatela cuocere 2 o 3 minuti, aggiungete ½ litro di acqua, sale, peperoncino e fate bollire a fuoco medio per una mezz’ora. Tagliate il pane a fette, spennellatelo con abbondante olio e tostatelo, mettete il pane nelle ciotole e versatevi sopra la zuppa, condite con abbondane formaggio grana e, se vi piace, con un filo d’olio a crudo.

E il risotto?
320
gr di riso per risotti, 1e1/5 di brodo vegetale, 2 manciate di foglie tenere di ortica, 50 gr di pancetta o lardo, 1 piccola cipolla bianca, prezzemolo, olio exv, grana grattugiato, sale e pepe.

Tritate il lardo ( o la pancetta) con il prezzemolo, la cipolla e soffriggete. Aggiungete le foglie di ortica lavate e tritate, bagnate con poca acqua e cuocere a fuoco basso per ¼ d’ora. Aggiungere il riso e portarlo a cottura aggiungendo, poco per volta, il brodo vegetale, mescolando frequentemente.
A fine cottura aggiustate di sale e pepe, mantecando con il formaggio e, se gradite, con un filo d’olio.

La frittata
400 gr di ortica, 6 uova, un ciuffo di prezzemolo, 60 gr formaggio grana, olio extra vergine, sale e pepe.

Lessate le ortiche, scolarle e strizzarle bene. Lasciatele intiepidire, tritatele insieme al prezzemolo, sbattete le uova con il formaggio, il sale ed il pepe, aggiungere le ortiche.
Scaldare l’olio in una padella e versatevi il composto, fate cuocere da entrambe le parti.
È buona sia calda che fredda, provatela!

Ed infine il pasticcio!

600 gr di ortica, 200 di maggiorana, 3 uova, 3 salsicce, 1 cipolla,20 gr di pinoli, 8 fette di pane nero, olio exv, sale e pepe.
Fate bollire per pochi minuti la maggiorana con l’ortica, strizzatela e tritatela. Affettate finemente la cipolla e soffriggetela facendovi insaporire le erbe. Raffreddate e aggiungete le salsicce, i pinoli aggiustando d sale e pepe.
Ungere uno stampo, o usare la carta forno, adagiatevi gli ingredienti, prima il pane e sopra il composto,  fate cuocere a 180° per 15 minuti.

 

Nonna Lì

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi