Discovering… Marche!

Ultima modifica 2 Giugno 2016

Una nostra cara amica quest’estate ha deciso di trascorrere le vacanze in una nostra bella regione, le Marche.
Ha sicuramente fatto un’ottima scelta. Lasciate che vi racconti perché.

Il mare
Cominciamo parlando dei 180 km di costa con 26 località affacciate sul mare e ben 16 spiagge che hanno ricevuto il riconoscimento della Bandiera Blu. Da nord a sud troviamo prima la Riviera delle Colline da Gabicce Mare a Pesaro, nel Parco Regionale del Monte San Bartolo, lungo una strada di 20 km piena di scorci e panorami suggestivi sul mare e su pittoreschi paesi di pescatori. Pesaro merita senz’altro una visita per il suo bel centro storico,il Palazzo Ducale, i suoi musei, i suoi negozi e le sue spiagge ben attrezzate. Gli amanti della musica classica e dell’opera non vorranno perdersi, fino al 23 agosto, l’annuale Rossini Opera Festival.

Il mare di Numana
Il mare di Numana

Lasciando stare l’autostrada si potrà godere di un bellissimo panorama scendendo da Pesaro a Fano lungo la strada che serpeggia sul colle Ardizio. Si arriva così alla spiaggia di Velluto di Senigallia, famosa per la sua Rotonda a Mare. Ma ecco, subito dopo, la fantastica Riviera del Conero, con il suo caratteristico promontorio che si getta nel mare e, subito accanto, la città di Ancona. Qui si trovano delle spiagge davvero meravigliose, di ghiaia e scogli e acque azzurrissime specialmente a Portonovo, Sirolo e Numana.

Il tratto di costa maceratese comincia con Porto Recanati e il suo arenile di sabbia e ghiaia e, soprattutto, una verdissima e fresca pineta. Personalmente trovo Porto Recanati un paese rilassante dove ti viene voglia di mettere l’orologio nel cassetto e dimenticarlo. Continuando a scendere troviamo poi Porto Potenza Picena e Civitanova Marche dove merita una sosta il borgo medievale di Civitanova Alta.

La spiaggia di Porto S. Elpidio

Tre perle incastonate nel verde delle colline sono le spiagge di Porto Sant’Elpidio, Lido di Fermo e Porto San Giorgio e il loro mare limpido e trasparente.

Siamo arrivati alla famosa Riviera delle Palme, chiamata così grazie alle 7.000 palme che caratterizzano la costa e le conferiscono un aspetto quasi esotico. Qui si trovano Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto.

Natura
E per chi non ama il mare, o comunque vuole un’alternativa? C’è solo da scegliere nei 90.000 ettari di parchi e aree protette delle Marche. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga sono parchi montani e ospitano una ricchezza di specie vegetali e animali da rimanere stupiti. Qui si trova l’occasione per fare trekking, bellissime passeggiate ed escursioni grazie ai numerosissimi sentieri tra alberi, boschi e colline, equitazione, e poi rafting, canoa e kayak lungo fiumi e torrenti. Un paesaggio montano incantevole lo si trova nel Parco Naturale Regionale Sasso Simone e Simoncello, costellato di boschi e centri storici nella zona del Montefeltro, e nel Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi, dove tra l’altro non potete non visitare le famose e magnifiche Grotte di Frasassi a Genga dove potrete vedere delle vere e proprie opere d’arte scolpite dalla natura.

Tra parchi, oasi del WWF, riserve naturali, parchi archeologici e tanto altro, gli amanti della natura non resteranno di certo delusi!

Arte

Tante, tantissime le città d’arte da non riuscire a menzionarle tutte. Abbiamo già accennato a Pesaro, ma come non si può parlare e visitare Urbino, capitale del Rinascimento, città natale di Raffaello Sanzio e Patrimonio UNESCO dal 1998? Qui non potete perdere il Palazzo Ducale e la Galleria Nazionale delle Marche.

Nell’entroterra meritano una visita Jesi e le sue mura antiche; la medievale Fabriano, la città della carta; Macerata, circondata da imponenti bastioni e dove visitare Piazza della Libertà, la Loggia dei Mercanti, la Torre dell’orologio e i Musei Civici di Palazzo Bonaccorsi; Camerino che visse il suo splendore nel ‘400 e ancora ne conserva i ricordi; Ascoli Piceno, la città dalle cento torri, in cui troviamo varie testimonianze storiche che vanno dall’epoca romana al Rinascimento nella Pinacoteca Civica, nel Museo Archeologico Statale e nella Cartiera Papale; Recanati,il Colle dell’Infinito, dove assaporare i luoghi che hanno visto protagonista l’amore del Leopardi per la sua Silvia e che hanno ispirato altre meravigliose poesie.

Ascoli Piceno
Ascoli Piceno

Per sapere tutto e di più sui musei delle Marche vi consiglio il portale www.musei.marche.it

Solo qui nelle Marche si trovano ben 19 fra i Borghi più belli d’Italia e 17 paesi che hanno ricevuto il riconoscimento della Bandiera Arancione. Tra Rocche e Castelli troviamo la romantica storia di Paolo e Francesca nel Castello di Gradara, di Piero e Sara (due amanti uccisi dal perfido Conte di Rovellone) in quello di Pierosara a Genga, e molte altre.

A misura di bambino

il Parco delle Pietre del Drago

Le famiglie con i bambini ameranno questa regione sia perché le spiagge sono a misura di bambino e degradano dolcemente verso il mare, sia per i numerosi divertimenti per bambini che offre. A Felceto di Matelica si trova il Parco delle Pietre del Drago che ospita modelli di dinosauri a grandezza naturale riproposti nel loro habitat. I parchi acquatici per il divertimento di grandi e piccoli sono il Malibù Acquapark a Porto Recanati, l’Acquaparco Verdeazzurro a Cingoli, e il Parco Eldorado ad Apiro. L’avventura vi aspetta al Parco Avventura del Lago di Cingoli e al Quercus Park di Ripatransone. Il Parco Zoo di Falconara ospita molte specie animali ed è attrezzato per i pic-nik. Molti sono anche i musei che organizzano percorsi tematici divertenti e istruttivi per bambini di diverse età.

Gusto
Come non parlare delle tante specialità che si possono gustare in ogni angolo delle Marche? Qui ci tengono talmente alla qualità dei prodotti tipici da avere un marchio di qualità personalizzato: nei supermercati e nei mercatini troverete spesso il marchio QM, che significa Qualità Garantita dalle Marche ed è garanzia di prodotti sani e genuini preparati con cura secondo la tradizione.

Prodotti marchigiani

Le Marche vantano di ben sei prodotti tipici facenti parte dei presidi Slow Food: la Cicerchia di Serra de’ Conti e il Lonzino di Fico, nella zona di Ancona; il Mosciolo selvatico di Portonovo, una varietà di cozza che si trova solo nel tratto di costa del Conero; il Salame di Fabriano; la Mela Rosa; il Pecorino dei Monti Sibillini.

Questa è terra di vini pregiati come quelli dei Castelli di Jesi e il Verdicchio di Matelica, la Vernaccia di Serrapetrona e il Conero.

Troviamo poi i pregiati tartufi bianchi e neri, il prosciutto di Carpegna, i salami alla cacciatora,il formaggio di fossa, i pecorini, le olive all’ascolana, l’olio extravergine di oliva e il miele millefiori.

Non ci resta che augurare a Monica e la sua famiglia una bellissima vacanza!!

Paola Biandolino

1 COMMENT

  1. ah, le Marche! Sono state una delle scoperte dei miei viaggi. Non le immaginavo così bellè! s. Benedetto è una perla con il suo lungomare fitto di palme, le sue colline ed i paesi abbarbicati sulla roccia. e tutti i piccoli paesi dell’interno, le sue torri, i castelli…vale il viaggio

Rispondi