Festa della Cicerchia

0
455

Ultima modifica 29 Settembre 2016

 

download (2)Conoscete la cicerchia? L’avete mai assaggiata?

La cicerchia è un legume ricco di proteine coltivato specialmente nelle regioni del centro-sud che hanno ricevuto il riconoscimento di prodotto agroalimentare tradizionale italiano.

Se volete degustare le molteplici versioni in cui questo legume viene cucinato, niente di meglio della Festa della cicerchia che si terrà a Serra de’ Conti (AN)  dal 22 al 24 Novembre 2013.

Festa della cicerchia

La festa della cicerchia celebra un legume povero che per secoli ha fatto parte della cultura alimentare marchigiana. Nell’ultimo week end di Novembre, in suggestivi ambienti del centro storico come le famose taverne e osterie, verrà proposta la tradizionale cicerchia in una molteplicità di versioni, insieme ad una serie di altri prodotti culinari tipici. Non mancheranno i gruppi folcloristici, gli artisti di strada, le mostre d’arte, gli spettacoli e i mercatini.

gallery05-2012-1200x661Serra de’ Conti

Serra de’ Conti ha ottenuto il riconoscimento della “Bandiera Verde Agricoltura” per la politica agricola e turistica intrapresa a favore della salvaguardia dell’ambiente del paesaggio e nella valorizzazione dei prodotti tipici locali. Le mura che circondano la parte più antica, in cotto, sono un esempio significativo di impianto urbano di origine duecentesca, poi modificato. Dalla monumentale porta della Croce medievale, una delle più significative testimonianze di architettura militare del territorio, si entra nel borgo medioevale. Il monastero con la chiesa di S. Maria Maddalena del XIV e XVII secolo è forse il simbolo del paese che ha unito il convento di clausura con la cittadina. La chiesa, ricca di stucchi e dipinti, conserva monumentali candelabri di legno intagliato ed un prezioso paliotto ricamato. La visita al “Museo delle arti monastiche”, vero luogo dell’anima, segue un percorso teatrale e tattile che permette di scoprire la vita religiosa del convento. Tra le altre chiese si ricordano la seicentesca chiesa della Santa Croce, della seconda metà del XVI secolo, e la chiesa di S. Michele con elementi romanico-gotici, fondata dai benedettini nel 1290, nella quale sono ancora visibili affreschi di scuola marchigiana realizzati tra il Quattrocento e il Cinquecento.

 

www.cicerchiadiserradeconti.it

 

Paola Biandolino

Rispondi