Ghostbusters bello, con qualche punto sullo spaventometro

0
1611
ghostbuster

Ultima modifica 23 Settembre 2019

Finalmente è arrivato al cinema il reebot al femminile di un film che ha fatto storia: Ghostbusters.

Bello, frizzante, divertente.
Se non si cade nella trappola di paragonare ogni scena al film cult originale diretto da Ivan Reitman. Perché allora, a mio avviso, non c’è paragone.

Però credo sia doveroso fare una premessa.
Noi che gli anni ’80 – 90′ li abbiamo vissuti e che quindi abbiamo avuto l’onore e il piacere di vivere la visione ‘originale’ di alcuni film, siamo forse un po’ stufi di vederli rifatti. Di vederne sequel, prequel e rivisitazioni più o meno azzeccate, perché di fatto… è difficile fare meglio dell’originale.

Anche in questo caso, secondo me, non ci sono riusciti. L’originale è uno, punto.

Ma è pur vero che c’è tutta una generazione che ‘gli originali’ non li ha vissuti e per loro è questo il primo unico e vero film dedicato agli Acchiappafantasmi.

E se di questo film dobbiamo parlare allora va promosso a (quasi) pieni voti.

Le protagoniste hanno indiscutibilmente detto la loro, diverse una dall’altra, ognuna con il suo particolare modo di essere che le rendeva uniche e divertenti.

Un incredibile Chris Hemsworth  che non fa per niente fatica a fare la parte del belloccio un po’ fuori di testa. Che poi… dire belloccio è veramente riduttivo.

Ghostbusters

Una squadra di donne completa, ben assortita, un film che scorre, 108 minuti di risate alternate a qualche momento di suspance, che può far sobbalzare sulla sedia.

Il messaggio che è importante inseguire i propri sogni, le proprie passioni, senza fermarsi mai, neppure se ci si sente presi in giro da chi ritiene che siano inutili addirittura irreali.

#Spaventometro

Il film è stato presentato ufficialmente al Giffoni Film Festival, quindi indubbio che sia prevista la visione anche da parte dei ragazzi. Ecco, ragazzi. Direi sopra i 7 anni, e con qualche riguardo ai più paurosi.
La visione del primo e del secondo fantasma possono lasciare qualche malessere.
Mio figlio, 7 anni Marvel dipendente, che ha visto i vari film più di una volta senza fare una piega (anzi) durante la scena con il primo fantasma si è avvicinato al mio braccio e mi ha stretto forte.

ghostbuster

Dal 28 luglio al Cinema

Rispondi