Rendere i papà incinti?

Ultima modifica 16 Gennaio 2017

Pare che la Huggies, nota azienda specializzata nella produzione di pannolini per bambini, abbia inventato una cintura di gravidanza per papà il cui obiettivo è quello di rendere il futuro papa più partecipe della gravidanza permettendo anche a lui di sentire i movimenti del proprio bimbo.

papà e gravidanzaIn cosa consiste esattamente?

Si tratta di due cinture sincronizzate che vengono indossate contemporaneamente dai due genitori: la prima, che possiede degli specifici sensori elettrici in grado di rilevare i movimenti fetali,  va fatta indossare alla futura mamma, mentre la seconda viene messa intorno alla pancia del papà.

La prima cintura, tramite wireless, trasmette alla seconda cintura i movimenti fetali.

Nella cintura del papà si accendono dei led in corrispondenza della posizione in cui il bimbo si sta muovendo, mentre un sistema a vibrazione genera degli impulsi che permettono anche al papà di sentite i movimenti del nascituro.

Questa cintura è stata brevettata dalla Huggies negli Usa ma non è ancora stata messa in commercio.

Il vantaggio di questa cintura dovrebbe essere quello di diminuire ancor di più il distacco tra uomo e donna all’interno di una gravidanza, mi spiego meglio: ormai anche l’uomo ha, durante i nove mesi, un ruolo di primo piano dato dalla possibilità di prendere parte alle ecografie e ad esami a cui la donna si sottopone permettendo così anche a lui di sentire il battito del cuore del feto o di vederlo mentre si muove, ma ancora non esiste niente che dia la possibilità anche agli uomini di sentire e capire cosa prova una donna quando sente muovere il piccolo dentro la sua pancia.

Io di gravidanze ne ho vissute due e le sensazioni che danno i movimenti fetali, per me, sono molto difficili da descrivere perché mettono in moto una serie di sensazioni e emozioni che sono molto personali e soggettive. Questa cintura potrebbe accorciare maggiormente il “divario” che la gravidanza crea tra uomo e donna e renderla sempre meno un “fatto” solo femminile.

Ma veramente gli uomini desiderano questo?

Non sarà un passo troppo azzardato?

Se mai questa cintura verrà messa in commercio e arriverà in Italia, forse si potrà dare una risposta a questi quesiti.

Laura Zampella

Rispondi