Il macho dal cuoro tenero

Ultima modifica 6 Novembre 2015

In questa rubrica, che oramai è diventata un appuntamento quotidiano, mi trovo a fare gli auguri a personaggi amati dal pubblico, ma soprattutto da me, perchè, diciamocelo: per quanto uno possa sapere scrivere, se qualcuno non ti piace è difficile inventarsi parole di lode!
Il personaggio che compie gli anni oggi, però, non solo mi piace ma, ad essere sincera, mi fa proprio impazzire!
Sarà quella sua aria da duro, il fisico prestante, lo sguardo profondo…sarà che secondo me, sotto sotto, assomiglia un po’ ai personaggi che interpreta, l’eroe forte e invincibile che però le prende di santa ragione e che nasconde, ma non troppo, una vena ironica e anche dolce!|
Sto parlando di Bruce Willis, attore, produttore e anche musicista, nato ad Idar-Oberstein (Germania Occidentale) il 19 marzo del 1955.
Io lo conobbi con una serie televisiva degli anni ’80 che è diventata un cult, Moonlighting con Cybill Shepherd, dove interpretava un detective un po’ sopra le righe..
All’inizio viene notato non tanto per i muscoli ma per quella ironia amata da Blake Edwards che lo dirigerà per ben due volte in Appuntamento al buio (1987) e in Intrigo a Hollywood.
Ma il grande successo arriva con il ruolo di John McClane nella serie Die Hard, con i quali si afferma come attore di film d’azione. Quentin Tarantino, Luc Besson, M. Night Shyamalan…tanti sono i registi con i quali ha lavorato e uno dei film che amo di più è Armageddon di Michael Bay. “Vinciamo noi Grace!” rimane una delle mie frasi preferite!

Il 21 novembre 1987 sposa l’attrice Demi Moore, e hanno tre figlie ma si separeranno il 18 ottobre 2000. Bruce e Demi però sono due ottimi genitori che preferiscono non allontanarsi eccessivamente per il bene delle figlie e hanno deciso di abitare vicini.  Il 21 marzo 2009, nelle isole caraibiche Bruce ha sposato la modella Emma Heming, dalla quale, il 1 aprile 2012 ha avuto la quarta figlia, Mabel Ray. Circondato dalle donne…

Oggi festeggia 58 anni, portati egregiamente, e io insieme a voi, mi unisco al coro dei festeggiamenti.
“Vinciamo noi…Bruce!”

Rachele

Rispondi