La bandana bavaglino

0
678

Ultima modifica 21 Settembre 2018

 

Immaginatevi un bavaglino che non sia solo tale ma che abbia dei bei disegni, divertenti e luminosi e che abbia una forma un po’ diversa, particolare. Che sia fatto con materiali ipoallergenici e molto morbidi per non dare fastidio alle pelli più sensibili dei neonati, e che abbia una forma diversa, divertente. E’ il caso della bandana bavaglino prodotta da Funky Giraffe.

bavaglino bandana

Questo bavaglino bandana, oltre ad avere dei disegni molto carini, fatti con colori accattivanti, ha il vantaggio di poter essere utilizzato non solo per tenere asciutti il collo e il petto dei bimbi ed evitare macchie del biberon o dell’allattamento sui vestiti, ma anche come sciarpa per proteggere il collo dei più piccoli a scuola dov’è solitamente vietato l’uso della sciarpa per motivi di sicurezza. Infatti sono realizzate interamente in cotone (per assorbire meglio e per evitare reazioni sulla pelle dei bambini) nella parte anteriore, mentre nella parte interna il tessuto è molto morbido con una consistenza e pesantezza che ricorda il pile (nel caso venisse usata come sciarpa).

La bandana bavaglino è consigliata da 0 a 2 anni, ma la verità è che quando l’ho portata a casa la più entusiasta è stata mia figlia più grande che l’ha subito messa al collo con l’intenzione di usarla per giocare agli indiani, o meglio per imitare un personaggio dei cartoni animati che ogni tanto vede in tv.

A me invece hanno colpito molto i colori oltre che i disegni e curiosando un po’ sul sito (per ora disponibile solo la versione in inglese e francese, quella italiana arriverà a novembre) ho visto che è possibile personalizzarle o con il nome del bambino o scegliendo un disegno o dei colori particolari.

La bandana bavaglino può essere personalizzata anche nell’uso dei materiali in modo da averne un modello da utilizzare anche nei caldi mesi estivi.

La prova a casa nostra è stata superata dalla sorella grande, ora vedremo se anche la “diretta interessata” gradirà il suo nuovo bavaglino!

Laura Zampella

Rispondi