LED vs lampadine tradizionali

Ultima modifica 21 Marzo 2018

L’arretratezza e la scarsa resa delle lampadine ad incandescenza è ormai tema scontato e conosciuto.

Tutta l’Europa, infatti, ha detto addio al queste vecchie lampadine già nel 2012 quando è stata cessata la vendita e produzione per legge.

cosa-sono-led

Quello che invece in pochi sanno è che la pensione sta arrivando anche per tutte le lampade fluorescenti, meglio conosciute come lampadine a risparmio energetico.

Questo tipo di lampada, ideata dal 1890 da Nicola Tesla, sta infatti lasciando il posto alle ormai rinomate lampadine LED in grado di garantire un consumo nettamente inferiore, una durata più lunga e, soprattutto, l’assenza sostanze pericolose.

Inoltre, elemento probabilmente secondario rispetto agli altri, è il fattore estetico.

Uno tra i modelli più in voga del momento, sono infatti lampadine vintage che grazie al classico effetto del filamento di tungsteno si trasformano in un elemento di design perfetto per appartamenti in stile Shabby ad esempio.

t64-fil-carb

Ma, se ancora non siete convinti, per togliervi ogni dubbio, in questo articolo, tenteremo di illustrarvi quanto in realtà veramente conviene convertirsi ai LED.

Partiamo con il risolvere quindi il primo vero dilemma di chiunque si accinga a comprare una lampadina di questo genere:

Come paragono le lampadine LED con quelle tradizionali?

Domanda più che lecita, dal momento che, come ovvio, non è possibile più utilizzare i watt come unità di misura, ma bisogna fare affidamento un nuovo parametro: il lumen.

Quest’ultimo, ci permetterà di misurare l’intensità luminosa della lampadina in questione. Di norma, infatti, sulle confezioni dei LED, è sempre rappresentato il rapporto tra il consumo di potenza in Watt e il consumo delle vecchie lampadine ad incandescenza impiegando però come parametro di riferimento il lumen, appunto.

In tale maniera, è possibile convertire senza complicazioni le prestazioni di tutte le differenti fonti di illuminazione.

Per rendere più chiaro quanto appena detto, riportiamo un esempio:

Luminosità (lumen) Consumo della lampada LED Consumo della lampada a Incandescenza
250 3 watt 20 watt
330 4 watt 25 watt
450 8 watt 40 watt
800 13 watt 60 watt
1.100 17 watt 75 watt
1.500 20 watt 100 watt
2.000 25 watt 150 watt

Facendo un esempio pratico, per sostituire una lampadina tradizionale con filamento da 75 Watt, basterà comprare una lampadina LED da soli 17 Watt.

Il risparmio che ne deriva sarà del 77% con una durata fino a 25 volte superiore.

Se siete quindi spaventati dal prezzo più alto di queste lampadine, ricordate che il vantaggio dei LED deriverà dall’ammortizzarsi della spesa con vantaggi per la bolletta, l’ambiente e perché no, anche per il design della vostra casa.

Rispondi