Libri al posto delle bombe

Ultima modifica 11 Novembre 2015

Una montagna di libri per fare un’opera d’arte: questa l’originale idea di Raul Lemesoff, artista argentino che ha pensato e costruito un’installazione ispirata alle guerre. Le guerre di tutti i tempi, ma soprattutto quelle che negli ultimi dieci anni sono ruotate intorno all’espressione armi di distruzione di massa.

LIBRI11

La sua opera d’arte trae il suo titolo proprio dalle parole di cui sopra: Arma de Instrucciòn masiva, (arma di istruzione di massa). Un carro armato – per la precisione un modello Ford Falcon di colore verde, usato durante la dittatura militare negli anni Settanta – ricoperto dioltre 900 libri a copertina rigida.

Lemesoff porta il suo mezzo in giro per le strade di Buenos Aires, donando gratuitamente i libri alle scuole della capitale o a persone che non se li possono permettere, soprattutto nelle zone più periferiche della città in cui non ci sono negozi o librerie. Il messaggio contro tutte le guerre diventa quindi un modo per impegnarsi nel sociale e contribuire a favorire l’istruzione in un Paese dove non tutti vi possono ancora accedere.

La sua convinzione è che questo serbatoio di conoscenza potrà generare molto bene sociale, grazie alla sua natura di struttura capace “di trasportare libri, dare via libri, raccoglierli, facendo un pasticcio di testa delle persone”.

La cultura viaggia. Mettete libri nei vostri cannoni.

Paola Lovera

Rispondi