L’Incantesimo del Lago, da balletto a fiaba

0
2491

È da poco uscito in DVD il nuovo episodio della saga animata “L’incantesimo del Lago” intitolato “Storia di una famiglia Reale” e distribuito da Universal Pictures. Questa saga, che emoziona i più piccoli ormai dal 1994, è ispirata al famoso balletto di origine russa “Il lago dei Cigni”. Esistono però numerose versioni di questo balletto, abbiamo infatti potuto ammirare la bellezza di questa opera in rivisitazioni cinematografiche, di cui ricordiamo il celebre “Cigno Nero”, ed anche in diversi cartoni animati.

IncantesimoDelLago5_DVD_Pack_3D_DV260320(1)
Ma questo sensazionale ed amatissimo balletto può anche essere interpretato come una bella fiaba da raccontare ai nostri piccoli. Il racconto fiabesco è infatti da sempre il mezzo più semplice che consente ad un genitore di far sognare il proprio bambino avendolo vicino e raccontando con la propria voce e con la propria interpretazione la storia. Il Lago dei Cigni è quindi anche una bellissima fiaba d’amore pronta a scaldare i cuori e la fantasia dei nostri piccoli.

Perché allora non far addormentare i nostri figli raccontandogli questa bella storia? Ecco qui per voi il racconto intero della fiaba “Il Lago dei Cigni”:

C’era una volta in un luogo incantato una bella principessa. Un giorno la principessa, mentre giocava con altre giovani donzelle, venne colpita dall’incantesimo di un malefico mago che, indispettito dalla bellezza della fanciulla, decise di trasformarla in un Cigno.
Il Cigno, che si distingueva dagli altri per la sua bellezza unica, passava ormai da anni le sue giornate nuotando in un lago originato dalle lacrime di dolore della Regina. Ma un giorno l’immortale vita del meraviglioso Cigno venne sconvolta dall’arrivo di un giovane Principe. Questo ,durante una battuta di caccia, si allontanò dal sua gruppo e si imbatte nella visione della splendente creatura che era quel Cigno.

Il principe si fermò a guardare quella creatura stupenda e, nonostante fosse in battuta di caccia, decise di non impugnare il suo arco colpito dalla bellezza di quel Cigno. Quando calò il Sole, il Cigno si avvicinò alla riva del lago e, battendo le ali ripetutamente, si trasformò nella bellissima principessa e si diresse, indossando la coroncina che la distingueva, al Principe.
Il giovane Principe fu colpito nel vedere la trasformazione del Cigno in fanciulla ma questa, dopo essersi avvicinata a lui, lo ringraziò di essere li e gli raccontò la storia dell’incantesimo subito dal Mago. Quando la Principessa gli raccontò che l’unico modo per liberarsi da quel maleficio era ricevere una vera e sincera dichiarazione d’amore da un Principe, questo non esitò e le disse che avrebbe fatto di tutto pur di spezzare quell’incantesimo.
La Principessa lo ringraziò e si congedò chiedendogli di tornare al Lago il giorno seguente.
Congedatosi e ritornato a casa, Il principe si ricordò che il giorno seguente sarebbe diventato maggiorenne e che, dopo un lussuoso ballo, avrebbe dovuto scegliere la Principessa che lo avrebbe accompagnato per tutta la vita. Ormai non poteva saltare il ballo ma decise che avrebbe rifiutato tutte le Principesse che si sarebbero presentate in quanto il suo cuore era ormai nelle mani della Principessa Cigno.

Arrivò il Ballo ed il Principe ballò con tutte le fanciulle destinate al trono. Erano tutte bellissime ma i suo pensiero andava unicamente alla Principessa che il giorno precedente lo aveva stregato sulla riva del Lago. La ReginGroupHuga chiese al Principe quale fosse la fanciulla da Lui scelta ma lui, ormai perso d’amore, annunciò alla madre che si rifiutava di scegliere una di quelle principesse e che il suo amore era interamente destinato alla Principessa Cigno.
Fu allora che, con grande trambusto, il Mago cattivo si presentò al ballo. Aveva portato con se anche la Principessa o almeno qualcuno con il suo aspetto. Il principe, pensando si trattasse di un sortilegio inflitto dal mago alla Principessa, ballò con lei ed alla fine annunciò a tutta la sala il loro imminente matrimonio. In quel preciso istante un meraviglioso Cigno Bianco si catapultò nella sala da ballo.
Il principe capì di essere stato ingannato dal Mago e, disperato, si scusò con la sua amata per l’ingenuità che lo aveva spinto a prendere in sposa un essere così immondo.

La Principessa, perse ormai tutte le speranze di spezzare l’incantesimo, chiese al principe di uccidere il malefico mago come suo ultimo desiderio. Questo impugnò l’arco e sferrò un colpo verso il malefico stregone che si schiantò a terra. A quel punto la Principessa, dopo aver dato l’addio al suo bel principe andò verso il Lago e si immerse nelle sue gelide acque per l’ultima volta.
Il Principe però, distrutto dall’aver perso per sempre la sua adorata principessa, si recò anche lui verso il lago e si gettò dalla cima di un dirupo dritto nelle acque burrascose raggiungendo così la sua amata.

 Monica Volta 

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi