L’isola delle ombre: un albo molto particolare! [Letto con Altea]

0
38

Ultima modifica 3 Giugno 2021

L’isola delle ombre è un racconto originale e particolare di Davide Calì arricchito da splendide illustrazioni di Claudia Palmarucci.

Davide Calì, non è nuovo in casa nostra, infatti recentemente avevamo letto della collana Minizoom il suo libro I supereroi e lo sciopero della minestrina. Preso il libro, abbiamo passato circa 20 minuti ad ammirare una per una le tavole che compaiono proprio nelle prime pagine.

Ci siamo interrogate sui loro nomi e siamo state attente a tutti i particolari.

Sofia, la piccola di 2 anni, era praticamente rapita da tutti questi esseri viventi messi in linea nella pagina. Come dicevo dopo 20 minuti, siamo finalmente andate avanti e abbiamo voltato pagina e cominciato a leggere…

Eccoci allora su l’isola delle ombre dove si trova il dottor Wallaby.

Nella foresta senza nome c’è proprio uno strano dottore, il dottor Wallaby, che dovete sapere è uno specialista di brutti sogni.

Insomma, tutti vorremmo conoscerlo e farci consigliare da lui, ma purtroppo è una prerogativa degli animali dell’isola delle ombre.

Il dottor Wallaby, non è solo in questo arduo compito, infatti con lui c’è Sirio, il suo fedele compagno Dingo.

Per prima cosa il dottor W. individua a quale categoria dei brutti sogni appartiene l’incubo e poi lo acchiappa grazie ad un importantissimo libro:

“Piccolo manuale di caccia a incubi e brutti sogni”

Già, perchè in base alla tipologia serviranno trappole, buche scavate, cibi collosi o gabbie per catturarli, dopo di ché ci penserà Sirio a loro!

“Ma ecco che dall’angolo più remoto della foresta, arriva un nuovo paziente: il tilacino. ha fatto molta strada per vedere il dottor wallaby”.

Questo si che è un caso difficile per il nostro dottore dell’isola delle ombre, non assomiglia a nessuno dei sogni ricorrenti degli altri animali.

Il sogno del tilacino è vuoto, buio, profondo….come nessun altro!

Deve quindi ricorrere al libro più antico di tutti per riuscire a svelare questo mistero.

“Aspetta, ce l’ho! dice wallaby. So cosa è vuoto e sordo, profondo e immobile!

il nulla!!!”

Esatto, il suo sogno non era un incubo era il contrario, l’assenza di sogni tipici dei fantasmi!

Il tilacino era un fantasma, un animale estinto, che ora non c’è più ecco perchè il suo sogno era così diverso dagli altri e così buio e profondo.

L’isola delle ombre è un libro che fa riflettere sulle specie estinte o a rischio di scomparsa nel mondo mantenendo comunque una vena divertente!

Questo è sicuramente un libro che può essere usato come base di partenza per parlare ai bambini di temi importanti come l’estinzione e i corretti comportamenti da tenere per salvaguardare le specie animali e soprattutto le risorse primarie della Terra.

Le illustrazioni sono davvero ben fatte, anche se devo dirvi la verità, alcune hanno spaventato un pò Altea che ha 5 anni.

Forse perchè un pò difficili da capire e un pò particolari, ma le illustrazioni degli animali e le tavole presenti all’inizio e alla fine del libro sono davvero belle e dettagliate.

Forse come vi dicevo all’inizio sono la parte che entrambe le mie bambine hanno apprezzato di più dell’isola delle ombre!

Dettagli:

Autrice: Davide Calì
Illustrazioni: Claudia Palmarucci
Editore: Orecchio Acerbo
Prezzo: 16,50 €
Pagine: 33

Consigliato dai 7 anni

Classe 1985 nata e cresciuta a Milano, meglio Cormano. Sono laureata in scienze sociali applicate ma ora faccio la mamma a tempo pieno di due piccole vivaci pesti. Da febbraio 2017 ho lasciato il nord per trasferirmi a Catania con la famiglia! Amo viaggiare, la lettura, il cinema e il baseball/softball.

Rispondi