Lo sbadiglio fa bene

Ultima modifica 6 Novembre 2015

 

sbadiglio3Sonno, fame, noia… Queste sono le condizioni più comuni dello sbadigliare.
Perché mai, però, dovrebbe venirci voglia di sbadigliare quando siamo affamati o assonnati? Deve pur esserci una funzione dietro questo insolito meccanismo.
Questa, probabilmente, è la domanda che si è posto lo psicologo Andrew Gallup del SUNY College di Oneonta (NY, Usa).

La risposta più convincente che è riuscita a darsi è che lo sbadiglio sia necessario al mantenimento della giusta temperatura del cervello. Si tratterebbe del classico processo di omeostasi che il nostro organismo mette spesso in funzione. L’omeostasi è un sistema che adotta il nostro corpo per ritrovare l’equilibrio.

Quanto allo sbadiglio, vi sono anche ipotesi che classificano la sua funzione come un mezzo per aumentare il livello di ossigenazione. Questo studio, invece, afferma che l’eccitazione corticale, lo stress del momento e il sonno, sono tutti fattori associati alle fluttuazioni di temperatura del cervello. Ma possono anche essere manipolati con facilità dalle variazioni di temperatura dell’ambiente. Per esempio, l’aria fresca che si può trovare all’esterno nelle stagioni più fredde può facilitare l’abbassamento della temperatura del cervello.

sbadiglio

Lo sbadiglio non è prerogativa del genere umano. Infatti nel mondo animale alcuni lo utilizzano per mostrare dominanza nei confronti dei loro simili. Oppure, in altri casi, viene considerato un segnale di allarme quando si sentano minacciati. Si è potuto quindi constatare che non erano né le stagioni né la quantità di luce a influenzare la voglia di sbadigliare. Il fatto che il meccanismo sia così contagioso potrebbe derivare dal perché lo sbadiglio migliora l’eccitazione e l’efficienza mentale.

I nostri cervelli sono come i computer – afferma Gallup  – operano in modo più efficiente quando sono fresco. La ricerca indica che si sbadiglia in risposta all’aumento della temperatura del cervello o di quella corporea».
Lo studio, pubblicato su Physiology and Behavior, ha coinvolto scienziati provenienti dalla Università di Vienna, ma anche dalla Nova Southeastern University della Florida e la State University di New York a Oneonta.

Lo sbadiglio, ogni tanto capita e adesso scopriamo che fa anche bene. Buoni sbadigli a tutti.

Paola Lovera

Rispondi