Matrimonio con rito civile: abiti da sposa due pezzi

Ultima modifica 25 Ottobre 2022

Sposarsi non è una scelta facile, soprattutto in questo periodo.
Il rito civile, in alcuni casi comporta ancora il fatto di doversi in qualche modo ‘giustificare’ oltre alla classica burocrazia delle nozze, come la chiamiamo noi, ovvero un sacco di documenti da presentare!!

Il tabù che distingueva le coppie sposate in chiesa da quelle che preferiscono farlo in comune non è ancora caduto del tutto. Purtroppo. Negli ultimi anni però sono sempre di più le coppie che hanno deciso di sposarsi con rito civile.
Sicuramente per una questione religiosa, ma non solo. Anche la possibilità di fare tutto in un’unica location autorizzata.

Ecco perchè la scelta della location è sicuramente una delle cose più importanti quando si decide di optare per un rito civile. Ma ne parliamo più avanti.

Prima di tutto affrontiamo IL tema principale:  L’abito da sposa.

L’abbigliamento è sempre una componente fondamentale per la donna, ma nel suo giorno più bello vuole essere perfetta.

Gli abiti da sposa due pezzi in questo caso possono fare la differenza.
Soprattutto se cercate un look moderno e alla moda nello stesso tempo.
Si tratta di abiti ‘componibili’ e molto in voga tra chi non ama i tradizionali abiti da sposa.
Un modo per rompere le regole, e legare magari un raffinato bollerino in pizzo con manica 3/4 e motivo floreale

con una gonna in tulle che cade morbida. Perfetta per accentuare il giro vita.

Oppure un body, prezioso come quello della foto che vedete sotto.
In pizzo arricchito con manica 3/4 e caratterizzato da un profondo scollo a V fronte e retro. La parte bassa del body è in microfibra ultraleggera in color nude e presenta una sgambatura brasiliana per il massimo dell’invisibilità.

Se invece preferita la manica corta, ecco un sofisticato body con collo alto in pizzo arricchito. Il motivo decorativo combinato all’elegante decoro delle cappe del pizzo sulle maniche e nel collo crea un delicato “effetto tatoo”. La parte bassa del body è sempre  in microfibra ultraleggera in color nude e presenta una sgambatura brasiliana per il massimo dell’invisibilità.

Questi sono solo alcuni dei tantissimi modelli che trovate sul sito dell’Atelier Emé, il posto giusto dove potrai trovare l’abito da sposa perfetto.
E se hai le idee ben precise e all’interno del sito non trovi quello adatto a te, puoi sempre prenotare una visita e concordare con loro quello che sarà l’abito più importante della vostra vita. Quindi… nulla puo’ essere lasciato al caso.

E ora torniamo alla location.

Non sempre la location dei vostri sogni è adatta per un matrimonio civile.  Per poterlo fare, il luogo deve avere una valenza istituzionale.

In base all’art. 106 del Codice Civile, infatti, il matrimonio deve essere celebrato presso una Casa Comunale, ovvero una struttura qualsiasi nella disponibilità giuridica del comune all’interno della quale possano essere effettuati funzioni istituzionali.
Il matrimonio viene celebrato da un funzionario di Stato Civile.

Ma se invece volete a tutti costi sposarvi nel posto che avete sognato sin da piccole, allora potete farlo anche con rito simbolico. Per poti fare quello ufficiale nelle sedi del comune.

Certo, così dovete ‘sposarvi’ due volte, ma potrebbe essere una prima soluzione.
La seconda, è scegliere una location ufficiale, che potete trovare negli appositi elenchi del comune. Ma state attenti! E’ un attimo sbagliare.

Rispondi