Ultima modifica 11 Novembre 2015

L’ex presidente dell’Inter Ernesto Pellegrini è riuscito a realizzare un sogno che lo ha accompagnato per tutta la vita, un sogno che darà speranza e aiuto a molte altre persone. Aprirà infatti a settembre Ruben, il ristorante solidale: pranzo completo con un euro per tutti i clienti, rigorosamente bisognosi e senza tetto segnalati da parrocchie, centri d’ascolto e tutte le realtà del volontariato.

Papà separati, cinquantenni licenziati, persone schiantate dai debiti, ex carcerati, profughi appena sbarcati e parenti dei malati in trasferta, tutte queste persone verranno ben accolte nel ristorante Ruben che sorgerà in via Gonin 52. Ruben come un uomo che è sempre rimasto nel cuore di Pellegrini, un uomo morto da senzatetto pur senza esserlo, un uomo che ha gli ha insegnato tanto e a cui dedica il progetto.

Un’idea che nasce come modo per restituire ai meno fortunati un po’ di quel bene di cui la vita è stata munifica con Pellegrini, come afferma lui stesso. E un modo per fare del bene ristorando le persone, aiutandole concretamente a ricominciare una nuova vita, proprio partendo da ciò che è fondamentale nella vita di un uomo, il cibo.

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

1 COMMENT

  1. Complimenti a Ernesto Pellegrini, potrebbe essere per molti, oltre al soddisfacimento di un esigenza primaria, quella del cibarsi, anche l’occasione di un reinserimento nella società produttiva.
    Suggerirei pertanto al Dott. Pellegrini di valutare l’opportunità che le persone disagiate e ai margini della metropoli possano anche essere riavviati a un lavoro e sentirsi di nuovo cittadini, e non solamente degli assistiti.

    Auspico quindi che vengano studiate delle soluzioni in tal senso.

    Io stesso sono un 60enne che ha perso il lavoro nel 2010 e stenta da anni a ricollocarsi, pertanto caldeggio un intervento massivo in questa direzione.

    Ancora congratulazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here