One Billiong Rising: strike, dance, rise

0
539

Ultima modifica 11 Gennaio 2017

DOMANI, 14 febbraio…no, non voglio parlare di San Valentino (per pietà..basta!!!) ma di una fantastica iniziativa per dire basta alla violenza sulle donne: One Billion Rising !
In tutto il mondo più di un miliardo di persone scenderanno in piazza e danzeranno.

Questa iniziativa è nata da Eve Ensler, autrice tra le altre cose dei famosi “monologhi della vagina”.
Il manifesto recita così: “I refuse to watch as more than one billion women experience violence on the planet. I’m joining V-Day on 14.02.13 in a global strike to demand an end to the violence”. (Mi rifiuto di stare a guardare mentre oltre un miliardo di donne nel pianeta subiscono violenza. Mi unirò al V-Day il 14 febbraio 2013, una manifestazione globale per dire no alla violenza sulle donne).
L’iniziativa ha già ricevuto l’appoggio di personalità note al grande pubblico: il Dalai Lama, Jane Fonda, Rosario Dawson, Donna Karan, Thandie Newton, Charlize Theron, Kerry Washington e Farhan Akhtar, Javed Akhtar, Jessica Alba, Habana Azmi, Kamla Bhasin, Kate Clinton, Nandita Das, Longiuns Ernandez, Anne Hathaway, Rosie Huntington–Whitely, Kaizaad Kotwal, Zoe Kravitz, Jennifer Lawrence, Mahabanoo Mody-Kotwal, Dylan McDermott, Yoko Ono, Robert Redford, Mallika Sarabhai, Aparna Sen, Elizabeth Sombart, Sakshi Tanwar, Dolly Thakore, Lily Tomlin, Usha Uthup.

In Italia si terrà in diverse piazze, da Nord a sud.
A Roma il flash mob (termine coniato nel 2003 per indicare una riunione, che si dissolve nel giro di poco tempo, di un gruppo di persone in uno spazio pubblico) è organizzato dall’associazione HOW – Hands off Women  e l’appuntamento è ALLE ORE 14 a PIAZZA DI SPAGNA.
CLICCA QUI
per scaricare il comunicato.

Partecipiamo?

Rachele Masi

Rispondi