Riso Venere alla zucca

0
727

Decisamente questo è il periodo della zucca,  un pò perché è la sua stagione, un pò perché secondo me si vendono più zucche per Halloween che per mangiarle….ma se abbiamo acquistato una bella zucca e dopo averla “martorizzata” ci ritroviamo con un sacco di polpa mica la butteremo no!!!

Un classico è il risotto alla zucca, lo faccio spesso è uno dei miei preferiti, sarà per il colore  che la zucca gli conferisce e per quel suo gusto dolciastro, mi piace troppo.
Ma avevo voglia di provare una qualità di riso nuova, e la devo dire tutta, il suo colore mi attira tanto: il  riso Venere.
E poi il nero con l’arancione ci sta troppo bene!
Mi piacciono i colori, se poi posso metterli nel piatto usando alimenti veri e naturali la cosa mi stuzzica ancor di più.
Quindi la zucca ce l’ho, quest’anno il mio orticello è stato veramente molto generoso, il riso Venere pure, c’era una bella offerta al supermercato, è arrivato il momento di provare!

Alcune informazioni sul riso Venere reperite in rete:

Il Venere è un riso dal chicco piccolo e profumato, con un aroma che ricorda il pane appena sfornato, tipico dei risi orientali. L’aroma lo si percepisce annusando da vicino i chicchi crudi e diventa sempre più incisivo grazie all’azione del calore della cottura.

il suo nome sembra derivi dalle sue  proprietà afrodisiache…

in Cina esiste da secoli, è un riso riservato a pochi perchè difficile da coltivare e con scarsa resa alla produzione,

in Italia “nasce” nel 1997, grazie ad un incrocio tra una varietà asiatica nera e una varietà padana,

viene coltivato nelle province di Vercelli e Novara,

il suo colore è dovuto alla presenza di pigmenti ( metaboliti antiossidanti) presenti sullo strato esterno,

è un riso integrale e non viene sottoposto a trattamenti per l’eliminazione del tegumento, viene rimossa solo la buccia che non è edibile, altamente digeribile e ricco di fibre…Che dire di più provatelo!

Ingredienti per 4 persone:
  • riso Venere 350 g.
  • zucca 400 g.
  • odori per soffritto (io ho usato il mio preparato per dado vegetale home made)
  • una noce di burro
  • parmigiano 50 g. (un po’ per mantecare e un po’ per fare le “cialdine”
  • semi papavero facoltativo
  • nocciole tostate facoltativo

Iniziamo con il cuocere il riso in acqua bollente salata, si perché questo tipo di riso non va tostato come il suo cugino; il mio aveva una cottura di 18 minuti, comunque controllate sulla confezione la durata della cottura.
Nel frattempo puliamo e tagliamo a cubetti la zucca, in una padella mettiamo il burro un po’ di “dado” vegetale o se non lo avete un trito di verdure per il soffritto, unite la zucca e lasciatela rosolare ben bene, se necessario aggiungete acqua e portatela a cottura.
Una volta cotta va frullata con il mixer e aggiunto un pò di parmigiano!!!

Per le cialdine di parmigiano:
in uno stampo di silicone, io ho usato quello per i mini savarin, mettiamo il formaggio grattugiato, e poi trasferitele nel microonde per alcuni secondi, quando sentite il formaggio che “frigge” spegnete, tiratelo fuori e lasciate raffreddare.
Io ne ho fatte diverse, aggiungendo al parmigiano o semi di papavero o nocciole tostate e tritate grossolanamente.
Una volta cotto il riso va scolato e trasferito in uno stampino leggermente oleato, io ho usato quello per i babà, pressiamolo bene bene all’interno dello stampo.

Impiattiamo:

facciamo un letto di crema di zucca, rovesciamo sopra a questo il nostro stampino con il riso e delicatamente lo alziamo, decoriamo come più ci piace con le cialdine e ciuffi di crema alla zucca.

Il sapore di questo riso è veramente notevole, sta benissimo con la zucca e le nocciole tostate rafforzano ancor di più il suo sentore di pane caldo!!

Donatella Bartolomei

44 anni e vivo nelle Marche. Ho due splendidi bambini che sono il centro del mio mondo, adoro la natura e la vita all'aria aperta e mi dedico ad una piccola azienda agricola dove quello che produco consumo

Rispondi