Si accendono le luci d’arte a Roma, arriva Ro-Map

Ultima modifica 21 Agosto 2017

a34fe24b992cca5d1cf31a9a20010cdc_XLRoma si anima di luci e immagini d’arte, il Circo Massimo e Piazza Navona diventano lo scenario di Ro-map, quando l’arte invade lo spazio urbano, le città.

I 2000 metri quadri del Circo Massimo da mercoledi 9 e giovedì 10 settembre si popoleranno di 256 sfere luminose, controllate da remoto in wireless, che si animeranno e vibreranno. Distribuiti casualmente, ogni “punto”, ogni “pixel” che compone l’opera è interconnesso con gli altri, attraverso i suoni e i movimenti di luce che li attraversano. La matematica, il suono, la luce sono utilizzati per riprodurre e trasformare, incrementare lo spazio e offrire agli spettatori una passeggiata surreale.L’inziativa è del collettivo di Grenoble Coin.

La Chiesa di Nostra Signore del Sacro Cuore a Piazza Navona, venerdi 11 settembre e sabato 12 settembre, si animerà di immagini che giocano a rincorrersi e a fondersi insieme per poi dividersi e giocare sulla facciata dello storico edificio. L’immaterialità del video mapping si fonde con la spiritualità evanescente della fede, in un progetto artistico  firmato Apparati Effimeri, collettivo tra i pochi al mondo a essere in grado di realizzare contenuti in stereoscopia 3d.

Andiamoci insieme!

Se non potete intervenire, seguiteci sulla nostra pagina Facebook o sul nostro profilo Twitter vi racconteremo queste notti speciali di luci e immagini.

 

Arianna Orazi

Rispondi