Allontanate le persone negative dalla vostra vita

Ultima modifica 14 Ottobre 2019

Ti è mai capitato di svegliarti la mattina carica di quell’energia positiva da renderti incondizionatamente di buon umore, e una volta arrivata davanti al cancello della scuola trovare puntualmente la mamma del compagno di tua figlia con il suo classico broncio demoralizzante?

Lei inizia a parlarti di tutte le sfighe di questo mondo, travolgendoti immediatamente in un vortice oscuro (facendoti dimenticare la positività del tuo risveglio), nel quale inizi a boccheggiare, sperando che il gatto nero la finisca velocemente…

Ebbene si, succede. Ed è successo anche a me!

Per un certo periodo della mia vita non ho fatto altro che assorbire continuamente quest’influenza, un po’ per educazione e un po’ per questo mio animo da crocerossina che pensa di poter aiutare il mondo intero.
Mi facevo carico della negatività altrui.
Il che non mi faceva affatto bene. Anzi, era così deleterio che influiva fortemente sul mio umore e rendeva grigia la meravigliosa giornata che avevo davanti.

Fino a quando un giorno, la bella addormentata rifugiata in me, si risvegliò da questo malefico incantesimo.
Stufa, ma soprattutto consapevole delle caratteristiche di questi soggetti, iniziai ad allontanarli dalla mia vita.

Il mio non vuole certo essere un giudizio, ma semplicemente un osservazione su una tipologia di persone che nuocciono a te e al tuo buon umore.

Voglio quindi ripercorrere qualche elemento per risalire all’identikit del “signore oscuro”.

Il primo indizio è senza dubbio il Lamento, ha tendenza a lamentarsi di qualunque cosa.

Oltre a piangersi continuamente addosso, quella persona avrà da ridire su tutti, tendenzialmente infatti si tratta di un insoddisfatto cronico. Non si pone domande, ma tende a colpevolizzare gli altri entrando in un circolo vizioso che dominerà la sua esistenza. E’ indubbiamente monoespressivo e spesso ha un atteggiamento nervoso altra caratteristica che ci permette di identificarlo.

Il suo mondo è governato dalla tristezza e di conseguenza parla incessantemente dei suoi fallimenti mascherati a volte da una finta ironia.

Mr o Mrs anima tossica ama il pettegolezzo, si nutre di invidia anziché sostenere gli altri, fa osservazioni irritanti e ha atteggiamenti ostili.

Conte di Rivarol disse: “Ciò che rende terribile questo mondo è che mettiamo la stessa passione nel cercare di essere felici e nell’impedire che gli altri lo siano”. E’ una persona appiccicosa, ha bisogno di avere attenzione su di sé per far emergere al meglio il suo vittimismo.

Una volta completato il quadro generale di chi può essere tossico per noi, non ci resta che fare una cosa: scappare!

Schermarci durante le sue lamentele se proprio non si può fare a meno di evitarle, ma soprattutto cercare di eliminarle dalla nostra vita, questo non è un atto di egoismo, ma di amore verso se stessi.
Imparate quindi a circondatevi di persone che fanno bene al vostro cuore, che vi migliorano, che rendono leggere le vostre giornate, che vi trasmettono positività. Il tempo è qualcosa di così prezioso da non potersi permettere di passarlo con chiunque, soprattutto se questo chiunque è una persona negativa per noi.

Godiamoci questa meravigliosa e unica vita che abbiamo a disposizione!

® Riproduzione Riservata

Rispondi