UpMama, la storia di Silvia e la sua app

Ultima modifica 24 Agosto 2020

Oggi vi presentiamo una mamma al nono mese di gravidanza e un’app ideata da pochi mesi che ha appena vinto il prestigioso premio IncrediBol.
La prima è Silvia mentre la seconda è Upmama, un’app per smartphone indispensabile per i genitori dinamici: offre una panoramica di attività ed eventi dedicati ai bambini e ti aiuta a trovare i locali family friendly ovvero adatti alle esigenze di ogni famiglia.

img_0371

Com’è nata l’idea e cos’è UpMama?

Da un’esigenza, ovvero dall’esigenza di trovare nell’immediato degli eventi a cui partecipare con mio figlio di 4 anni e dei locali dove andare a cena o a pranzo che avessero un occhio di riguardo per le famiglie.
E si sa, più immediato di un’app sul proprio cellulare non c’è nulla.
Ci sono già molti siti e portali che pubblicano gli eventi o associazioni che indicano quale locale sia più adatto alle famiglie, ma è necessario ogni volta andare su internet e cercarli: con un’app è più semplice, basta scaricarla, registrarsi e trovare quello che serve attraverso i filtri nel momento stesso in cui lo si desidera.
Potrei dirvi che è stato un successo dall’inizio e tutto molto semplice, la verità è che abbiamo avuto un inizio disastroso e difficile ma è proprio qui che entra in gioco una forza che chiamo “istinto di sopravvivenza dei sogni”. Il progetto infatti nasce a Gennaio 2016 ma è solo a Novembre che l’app comincia a funzionare.
Abbiamo perso 11 mesi di lavoro, di duro lavoro, ma abbiamo imparato anche a rialzarci.
Parlo al plurale perché non sono sola in questa avventura: con me c’è Lisa, un’amica mamma che ha deciso di condividere con me il progetto.

Inizialmente abbiamo avuto una serie di sfortune: dapprima l’azienda che ha sviluppato l’app non è stata in grado di realizzarla come era nei nostri desideri, quindi UpMama è nata con diverse falle, ad esempio un utente di Roma vedeva prima gli eventi di Bologna poiché questi apparivano in ordine alfabetico e non per vicinanza alla posizione dell’utente.

Ma non è finita qui, a causa della nostra inesperienza, abbiamo dato fiducia a un’agenzia di marketing che non solo non ha portato a nulla ma ci ha mangiato metà del budget che avevamo a disposizione.

Sono un’inguaribile ottimista, e credo che non tutto il male viene per nuocere, da queste due esperienze negative ci siamo rimboccate le maniche e finalmente a Novembre è uscita la nuova UpMama, funzionale e pratica, nella quale abbiamo integrato anche i locali come caffè, ristoranti e agriturismi adatti alle famiglie.
Abbiamo realizzato un sito nuovo con una sezione dedicata alle mamme e una rivolta alle aziende per esporre i diversi servizi gratuiti e a pagamento che offriamo.
E finalmente, a fine 2016 abbiamo ricevuto il premio Icredibol, un riconoscimento da parte delle istituzioni come start up creativa e innovativa.

E adesso come vi muoverete?

Cercheremo il contributo delle mamme.
Abbiamo capito che ci sono tante mamme a cui è piaciuto il nostro progetto e desiderano essere parte attiva. UpMama infatti non è in tutte le città italiane e così abbiamo lanciato un appello: stiamo cercando mamme per consolidare l’app sul territorio italiano e alle quali offriamo un contratto di collaborazione.
Diventa una UpMama, ti diverti e guadagni!

cellulare-upmama

Prospettive per il 2017?

Intanto iniziare l’anno con una nuova nascita, anzi due: sia io che Lisa siamo al termine della nostra seconda gravidanza. Ma non metteremo da parte il lavoro che riusciamo a gestire da casa, anzi, dato che il 2017 comincerà per entrambe con un lieto evento, questo ci rende ancora più cariche!

E infine eccovi qualche riferimento utile.

Se sei una mamma e desideri lavorare con Lisa e Silvia contattale.
Prima però scarica l’app sul tuo smartphone apple e android, così puoi testarla. E se vuoi inserire gratuitamente un evento che hai organizzato o visualizzare i servizi che offriamo alle aziende,

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

GLI ULTIMI ARTICOLI

More article