Venezia: arrestati sindaco e altri politici

0
473

Ultima modifica 4 Giugno 2014

Venezia, Giorgio Orsoni e i lavori per il 'Mose'Il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, è stato arrestato e posto ai domiciliari, per l’accusa di finanziamento illecito della sua campagna elettorale per le comunali del 2010.
La Guardia di Finanza, partendo da questa indagine e coordinata dalla Procura di Venezia, è arrivata ai presunti fondi neri creati da Piergiorgio Baita, che all’epoca dei fattiera ai vertici della Mantovani, la società leader nella realizzazione del Mose.

Agli arresti anche l’assessore regionale Renato Chisso e altre 33 persone, tra cui due ex presidenti del magistrato alle Acque della città lagunare.
Le ipotesi di reato a vario titolo sono corruzione, concussione, riciclaggio. La GdF ha sequestrato beni per un valore di circa 40 milioni di euro.
Una richiesta di arresto è arrivata anche per Giarcarlo Galan, ex governatore del Veneto ed ex ministro con Berlusconi e ora deputato.

Rachele Masi

Rispondi