Viaggio in Sicilia con auto a noleggio

Ultima modifica 21 Aprile 2021

Questa estate ho fatto un giro della mia isola. Come spesso succede infatti quando si decide per un viaggio si sottovaluta sempre la propria zona di appartenenza e si scelgono mete possibilmente lontane o comunque diverse da quelle delle proprie origini. E invece quest’anno è stato l’anno di un viaggio in Sicilia con un’ auto a noleggio.

Viaggio in Sicilia con auto a noleggio: il vantaggio di girare in macchina

viaggio in sicilia auto a noleggio

Diciamo la verità, il viaggio on the road è un’avventura affascinante. Che si parli di un viaggio nelle lunghissime strade sudamericane o nei paraggi delle proprie terre, partire in macchina e girovagare qui e là è sempre un bel viaggiare.

Io l’ho fatto con la mia famiglia questa estate. Ho esplorato la mia terra, la Sicilia, e per farlo ho noleggiato un’ auto su discovercars.com

Prima di raccontare il mio viaggio è d’obbligo raccontare la mia esperienza con questo servizio di autonoleggio.

Io non conoscevo questa agenzia di autonoleggio. È una azienda nata da poco, circa 6 anni fa. Inizialmente serviva poche destinazioni europee, poi man mano si è espansa in più di 150 paesi in tutto il mondo.

Hanno personale che parla la lingua del posto e sono disponibili 24 ore su 24. Prezzi supercompetitivi (che è stata per me la “scintilla” che mi ha fatto scegliere loro!) e un parco auto veramente vasto dato da tutte le aziende più note, loro partner.

Abbiamo preso l’auto a noleggio per il nostro viaggio in Sicilia all’aeroporto di Catania.

La prima tappa è stata strategica, visto che abitiamo vicino.

Ci siamo diretti come prima tappa a Siracusa. Io la conoscevo già, ma è stato interessante girare con i miei figli questa città che ancora oggi ha ancora siti archeologici risalenti alla Magna Grecia. Una passeggiata a Ortigia (l’isola nell’isola), una visita al Duomo, che sorge sulle rovine di un tempio dedicato ad Atena,e e per finire una sosta al mercato: un tripudio di suoni, odori e colori tipici siciliani.

L’indomani ci siamo concessi una giornata di mare nelle vicinanze: Marzamemi, La Riserva di Vendicari e Pachino.

Li chiamano i Caraibi d’Italia. Come siano i Caraibi non lo so, ma certamente questo mare è spettacolare. La sera ci siamo concessi una cena a Marzamemi, un paesino tipico che è una bomboniera.

La tappa successiva è stata Agrigento e la Valle dei Templi.

Giornata con una visita davvero suggestiva. Questo sito Unesco, perfettamente conservato, dà il meglio di sé al mattino presto o al tramonto. Noi abbiamo preferito visitarlo quasi all’alba, quando non c’era ancora nessuno. E poi abbiamo guadagnato strada per arrivare alla Scala dei Turchi, altra tappa immancabile del nostro viaggio in Sicilia. Avere l’auto a noleggio è anche questo: libertà di movimento, serenità alla guida e nessun problema “logistico”!

La scala dei Turchi è una costa di roccia calcarea che degrada in un mare blu. Un paesaggio quasi lunare, bianco che acceca.

Se non volete camminare preferite parcheggiare l’auto a noleggio un po’ più giù, vicino il Majata Beach, in Contrada Punta Grande. Dopo una breve passeggiata il panorama vi lascerà di “sasso”!

Altro giorno altra tappa. La nostra meta successiva per questo viaggio in Sicilia è Trapani. Certo, un giro così nella stagione calda mette a dura prova chi non è abituato a certe temperature. Ma i colori e il paesaggio arido, quasi desertico, ha veramente un fascino indicibile.

Prima di arrivare in città abbiamo però preferito fermarci a Marsala per una visita veloce nel suo centro barocco.

Poi abbiamo optato per una visita alle saline (bellissime, ve le consiglio se girate con dei ragazzi) e finalmente una passeggiata nelle vie di Trapani. Certo, arrivare nel pomeriggio ci ha consentito un clima più ombreggiato, e soprattutto una cena a base di pesce indimenticabile a base del famoso gambero rosso tipico di queste parti.

Non ci siamo neanche fermati che già riprendiamo l’auto a noleggio per un’altra tappa: Palermo, il capoluogo di regione.

Per raccontare Palermo ci vorrebbe un capitolo a parte. Basti dire cappella Palatina, chiesa di San Giovanni degli Eremiti, cattedrale e Ballarò, il tipico mercato, tra i più grandi della Sicilia.

Il nostro viaggio in Sicilia è finito rientrando a Catania da Palermo. Ma ovviamente abbiamo promesso di tornare. Sembra strano dire “ritornare” quando si parla della propria terra. Ma è stato davvero così. Ci sono ancora tante cose da vedere, tante altre tappe da aggiungere al nostro tour on the road.

Non escludiamo, io e la mia famiglia, di rifarlo, ancora una volta con un’auto a noleggio. Magari la prossima volta alloggeremo in quei camping glam che tanto vanno di moda adesso.

Certo, le strade siciliane non sono Highway americane, ma il paesaggio che si attraversa è bellissimo. I colori unici, le persone incontrate calde come il clima siciliano.

Grazie a questa scelta di noleggiare l’auto con discovercars non abbiamo pensato per un attimo “E se foriamo? E se ci perdiamo? E se restiamo a piedi?” Sapevamo di essere protetti e in buone mani.

Non per niente l’app di discovercars è stata nominata leader mondiale nel noleggio auto 2020.

viaggio in sicilia auto a noleggio

Ci siamo solo goduti la vacanza in famiglia girando, visitando posti bellissimi, mangiando cibi tipici e immergendoci in mari che davvero nulla hanno da invidiare ai posti esotici e lontani.

Lo rifaremo. Sicuramente. E lo stra-consigliamo!

Rispondi