WeWorld per difendere i diritti dei bambini e delle donne

0
378

Ultima modifica 28 Dicembre 2016

Siamo in un periodo dell’anno in cui ci preoccupiamo di fare regali alle persone a cui vogliamo bene.
Amiche, parenti, famiglia, figli. Non necessariamente in questo ordine dato che come sappiamo sono sempre i regali per i figli quelli a cui pensiamo per primi.

2009-benin-26

I nostri figli..

E se con 24 Euro potessimo garantire la salute di base e l’educazione di un bambino disagiato e della comunicatà in cui vive?

Sostegno a distanza.  E’ questo che fa l’organizzazione no profit WeWorld Onlus  che opera sia in Italia che nel Sud del Mondo per difendere i diritti dei bambini e delle donne.

Istruzione, salute, prevenzione, protezione sono solo alcune delle attività che svolge.

Una piccola donazione, un grande gesto.

A volte non ci pensiamo, ma basta davvero poco, per fare del bene.
Una volta fatta la donazione si riceve la foto del bambino con i dati e le informazioni relative al paese e al progetto che stiamo sostenendo. Ma non finisce qui, possiamo stabilire con il bambino un legame davvero speciale, attraverso l’invio di lettere, disegni, foto. Ed essere sempre al corrente di ogni sviluppo del bambino e della sua comunità.

Tante le testimonianze di persone che hanno sposato l’adozione a distanza.

dscn1975

Mirco è andato in Cambogia con la sua famiglia ad incontrare Vicheka, il bimbo che sostengono a distanza. Hanno visitato la comunità in cui vive, gli sviluppi fatti e sono rientrati in Italia con il ricordo speciale del sorriso di quel bambino e dei suoi amici che hanno avuto la fortuna di poter incontrare Mirco a la sua famiglia sul loro cammino.

Gli operatori di WeWorld dedicano la loro vita per questi sorrisi…
Ci vuole poco, veramente poco. Diventare sostenitori a distanza significa fare felice un bambino, permettergli di poter vivere la propria vita con meno problemi possibili.

Quel periodo migliore del Natale?


Rispondi