ARCTIC – Un’avventura glaciale sostiene Green Peace [ CLIP ESCLUSIVA]

Ultima modifica 25 Ottobre 2022

Notorious Pictures devolverà all’associazione l’incasso del primo giorno a favore della campagna difendi l’artico.

ARCTIC – Un’avventura glaciale

Speedy, una piccola volpe con un grande sogno, e il suo gruppo di simpatici amici si improvvisano eroi e uniscono le forze per salvare l’Artico.
Devono sventare i piani malvagi di Doc Walrus, un sinistro tricheco che sta escogitando un complotto segreto per accelerare il riscaldamento globale e sciogliere il circolo polare.

Ambra Angiolini, Stefano De Martino, Stefano Fresi e Vinicio Marchioni, con Artic – un’avventura glaciale sono pronti a scendere “sotto zero” e dare le loro voci al gruppo di simpatici animali pronti a salvare il pianeta!

Uniamo le forze per salvare l’Artico!  ** CLIP ESCLUSIVA**

ARCTIC – Un’avventura glaciale arriverà nelle sale italiane dal 27 febbraio 2020 distribuito da Notorious Pictures.

Ed è proprio l’intero incasso del primo giorno di programmazione che verrà devoluto a GreenPeace per sostenere Difendi l’Artico!

Un ottimo motivo per andare a vedere il film subito, il primo giorno!

Lo sapevate che…

  • Il termine “artico” deriva dal greco arktikos (“vicino all’Orsa”).
    Il nome è ispirato alla costellazione dell’Orsa Minore (Ursa minor), che ospita Polaris, la stella del Nord; e anche all’Orsa maggiore (Ursa maior), ben visibile nell’emisfero settentrionale.
  • Ha più abitanti di quanti si creda.
    Il Circolo polare artico, che comprende parti di Russia, USA (Alaska), Canada, Finlandia, Svezia, Danimarca (Groenlandia), Norvegia e l’isola islandese di Grimsey, può vantare circa 4 milioni di abitanti. La sua economia si aggira intorno ai 230 miliardi di dollari annui, equivalente al PIL di Paesi come l’Irlanda e il Portogallo.
  • Ospita la banca più importante e sorvegliata al mondo.
    La Global Seed Vault, una cassaforte che contiene i semi di oltre 4.000 specie di piante e li protegge da guerre, cambiamenti climatici, estinzione, carestie.
  • A causa del surriscaldamento globale i ghiacciai della Groenlandia si stanno sciogliendo a una velocità 7 volte più elevata del previsto rispetto agli anni Novanta, esponendo 40 milioni di persone in più al rischio di inondazione costiera entro la fine del secolo.
  • Il permafrost ha cominciato a scongelarsi 70 anni prima del previsto.
    A luglio si sono riversate in mare 10 miliardi di tonnellate di acqua, in un solo giorno. Gli scenari peggiori dell’IPCC prevedevano che non avremmo assistito a qualcosa del genere prima del 2050.

Rispondi