Diventare genitore: lettera a un futuro papà

0
37845

Caro (futuro) papà,

tra poco la tua vita cambierà completamente… la NOSTRA vita in realtà.
Questo piccolo esserino, che adesso nuota beato al calduccio nel mio pancino (ok, panciONE) tra poco sarà tra le tue braccia.
Ti prego, promettimi di stare dietro le mie spalle quando tutto accadrà… ho paura che dopo potresti guardarmi in modo diverso!

Diventare genitori non è una passeggiata.
So che hai paura, almeno quanto me, ma in due riusciremo ad affrontare tutto. L’importante è restare sempre uniti.
Vivremo momenti bellissimi, ma altri sicuramente faticosi… ed in quei momenti pensa che sono sacrifici che facciamo per NOSTRO FIGLIO. “Il mio erede”, come dici tu!

diventare_genitore

Sarà dura svegliarsi la notte, sarà dura rinunciare alle nostre uscite serali, sarà dura vedere meno le nostre coppie di amici. Cambieranno i nostri ritmi, le priorità, viaggeremo meno e quando lo faremo non sarà più zaino in spalla, a volte a cena ti proporrò pappine riscaldate che lui ha rifiutato e capiterà che la sera crollerò stanca e neanche riuscirò a sentire la tua voce che mi sussurra di voler fare l’amore…
Quando tornerai dall’ufficio potrai pensare che in casa è esplosa una bomba e che la mia faccia ha urgentemente bisogno dell’estetista.

MA tutto questo ti sembrerà sicuramente bellissimo quando incrocerai gli occhi di tuo figlio.

E allora inciampare tra i suoi giochi sarà divertente come fare slalom tra le bandierine di una pista da sci, mangiare per cena pappine insipide sarà come andare a cena in un ristorante stellato.
Le sue urla al mattino presto saranno come una melodia di musica classica che ti sveglia per dirti di andare a lavorare, e il mio viso sciupato e stanco ti sembrerà il più bello che tu abbia mai visto.

Ok, enorme bugia… tutto questo non succederà mai, e spesso ti ritroverai a pensare “chi ce l’ha fatto fare, stavamo così bene prima!” ma passerà. Come diceva mia nonna, e mi ripete sempre mia madre, tutto questo passerà…

Passerà l’allattamento, passerà il gattonamento, passeranno le coliche e la dentizione. Nostro figlio inizierà a camminare e poi a correre, non avrà più bisogno del pannolino né di essere imboccato per mangiare.
In un attimo sarà indipendente, andrà a scuola e si volterà per salutarci ed entrare in classe con i suoi amici.
In un attimo ci chiederemo “quando è successo tutto questo?”.
Il tempo passerà e tutti i bellissimi (e faticosissimi) momenti non torneranno più. E forse allora avremo voglia di ricominciare tutto daccapo… di nuovo pannolini, di nuovo pappine, di nuovo sorrisi sdentati. O forse no, chissà.

Per questo non facciamo l’errore di molti genitori che non vedono l’ora che il loro figlio cresca.
Godiamocelo.
Godiamoci tutto, il bello e il brutto…che poi di brutto non ci sarà nulla, sarà al massimo solo un po’ stancante, ma avremo modo di recuperare la stanchezza quando sarà grande.

Sarai un futuro papà meraviglioso e mi verrebbe da dire che sono felice di iniziare quest’avventura con te, ma sarebbe sbagliato. Perché questa non è un’avventura, nonostante emozionante e adrenalinica, non lo è perchè non ha una fine.

Auguri Futuro Papà… domani inizia la nostra nuova vita… che durerà per sempre!

Mi chiamo Andreana, ho 34 anni, un marito che definirei "workaholic" e due figli: Matteo, 4 anni, e Camilla, 1 e mezzo Il mio messaggio a tutte le mamme (lavoratrici o meno) è: non dimenticate chi eravate prima di avere figli, e se amate davvero i vostri bambini... allora prendetevi cura della loro madre (e un po' anche del loro padre)!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here