Roma a cielo aperto arriva la mappa della street art

Ultima modifica 1 Luglio 2016

Street Art-7

 

Da oggi, 28 aprile, è disponibile gratuitamente la mappa della Street Art romana presso i PIT, punti informazione turistici della Capitale, in 50mila copie realizzate da Zetema Cultura per offrire una nuova prospettiva di Roma.

Insoliti itinerari, lontani dall’usuale Roma delle chiese, del Papa e dei Fori Romani, strade che si snodano in periferie popolose di colori vestite. Un nuovo punto di vista su Roma, sicuramente più internazionale, diverso e originale dal solito reperto.

Solo nei mesi di Gennaio e Febbraio sono 40 i muri colorati grazie al bando “Roma Creativa” indetto dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo. Nella cartolina distribuita dal Campidoglio sono state inserite le opere principali e le indicazioni dei principali quartieri interessati. La mappatura completa, e in costante aggiornamento, è invece sul sito www.turismoroma.it, dove (nella seziona “scopri Roma”) è possibile segnalare le opere che ancora non state censite.

La nuova prospettiva

Guardare Roma da un altro punto di vista abbraccia 13 dei 15 municipi della Capitale, toccando 30 quartieri, da Testaccio a San Basilio, dal Foro Italico a Tor Bella Monaca, da San Lorenzo al Trullo. E poi Ostiense, Torpignattara, Quadraro, Ottavia. Sono circa 150 le strade interessate, e oltre 330 le opere realizzate negli anni. 

Si può anche scaricare l’App realizzata Artribune con il supporto di Toyota e con il patrocinio dell’Assessorato Cultura e Turismo, prima guida per dispositivi mobili con cui orientarsi tra i murales disseminati nella Capitale. In base alla propria posizione identifica le opere più vicine, calcola il percorso da fare e permette di costruire percorsi ad hoc.

GoogleMap di Roma

Anche Google dedica un sito alla nuova prospettiva: “STREET ART ROME è un progetto di mappatura inclusivo che mira ad offrire una mappatura quanto più completa delle opere murarie presenti nella città di Roma.

Il progetto, curato da NUfactory, punta ad una digitalizzazione delle opere di Street art presenti a Roma: un catalogo fatto di immagini, approfondimenti critici su opere e artisti. Una collezione che offre strumenti dinamici per la promozione culturale degli artisti e degli attori che animano la scena, attraverso una mappa estesa delle opere e una rete di condivisione di saperi che mette in relazione artisti, critici, operatori, video maker, fotografi e semplici appassionati.”

Mi piacerebbe molto visitare la mia città come museo a cielo aperto, approfitteremo della bella stagione e con la mappa visiteremo Roma da un altro punto di vista!

Arianna Orazi

 

Rispondi