Arrivata la sentenza per Vantaggiato!

Ultima modifica 18 Giugno 2013

«Abbiamo avuto un minimo di giustizia. Nessuna condanna ce la restituirà. Ma noi abbiamo sempre creduto nella giustizia»
Sono queste le parole pronunciate da Rita Bassi, la mamma di Melissa, la studentessa quindicenne di Mesagne, morta nell’attentato messo a segno il 19 maggio del 2012 davanti alla scuola «Morvillo-Falcone» da Giovanni Vantaggiato dopo che la Corte d’Assise del Tribunale di Brindisi, presieduta dal giudice Domenico Cucciara, lo ha riconosciuto colpevole e condannato all’ergastolo, in quanto ha agito con finalità terroristiche, per vendicarsi – come ha sempre sostenuto – di una sentenza che lo vedeva vittima di una truffa, ma che non gli aveva reso piena giustizia.
La Corte ha anche previsto il pagamento, a favore dei coniugi Bassi di 800 mila euro che saranno, come ribadito dall’avvocato Ferdinando Orsini, «devoluti a un ospedale pediatrico».

Tutto ciò non cambierà la vita a due genitori che hanno perso una figlia ma almeno,dopo 19 udienze,giustizia è fatta!

Rachele Masi

1 COMMENT

  1. gli daranno in appello la semi infermita’ e si prendera’ 15 anni.Poi e’ avanti con gli anni e quindi scontera’ a casa la galera come Priebke.

Rispondi