Arteterapia per affrontare la malattia in maniera più serena

Ultima modifica 11 Novembre 2015

“Quando ero piccola, avrò avuto 6 anni, si è delineata la mia strada io dovevo lavorare con i bambini disabili o con problemi, sarà stato un caso ma poi la mia vita si è svolta proprio così”.

Più o meno queste le parole di Eleonora una delle anime dell’associazione L’Albero che mi ha raccontato cosa fa la sua associazione e lei in particolare con le persone disabili o con chi sta vivendo l’esperienza di un tumore.

Il tutto ha avuto inizio qualche anno fa quando Eleonora ha frequentato un corso di danzaterapia/arteterapia e ha conosciuto Livio Bressan neurologo e musicoterapeuta, che le ha proposto di seguire un corso a Villa Flora di Cormano. Villa Flora si occupa di malati di Alzeimer e lei qui inizia ad approcciarsi con le persone che hanno questa malattia.
Quello che Eleonora fa con loro è di stimolarli tramite alcune attività: la danza, la musica, la pittura, la creta e questo li aiuta a stabilizzare la malattia e a viverla in maniera più serena. Perché  l’idea di partenza di quello che Eleonora fa è che tra salute e arte esiste un legame molto forte.

“Esprimersi attraverso un’attività creativa non ha nulla di mistico: è quanto di più naturale abbiano a disposizione uomini e donne perché insito nella loro natura”.  Perché ognuno di noi, tramite l’arte, può andare oltre i propri limiti  e usare la danza o l’arte per superarli aumentando il proprio grado di benessere e di realizzazione.

Ed è questa l’idea su cui si basa il “Laboratorio Artistico Terapeutico” aperto da Tiziana, mamma di Eleonora, all’interno dell’Istituto dei Tumori di Milano, per i malati dell’ospedale o per i parenti che vengono a Milano per assisterli o anche per chi ha subito una perdita a causa della malattia e ha bisogno di un aiuto per elaborare o affrontare il lutto.

In questo laboratorio vengono svolte diverse attività anche delle più normali come un corso di teatro o pc,  perché è proprio tramite un’attività normale che si può affrontare la malattia o semplicemente l’ospedale, perché quando si sta male l’ospedale diventa una sorta di nemico, perché lo si vive come la casa della malattia.

Seguendo questi corsi si fa gruppo, si impara a stare con persone che stanno vivendo la stessa esperienza, le problematiche sono le stesse e a volte anche solo passare del tempo insieme aiuta ad elaborare la malattia.

Ma Eleonora spesso fa un lavoro individuale con le persone che hanno problemi siano essi bambini, ragazzi o adulti. E mai un incontro è uguale all’altro perché quello che lei fa lo impara sul campo e non è solo lei a dare qualcosa a queste persone ma spesso anche loro danno qualcosa a lei per migliorare, crescere e aiutarla ad affrontare nuove esperienze.

Per approfondimenti:

Associazione L’Albero
Via Beato Angelico, 23/1
20133 Milano
Tel.02 70004070
Tiziana 348.5119037- Eleonora 349.6650933
e-mail: ass.albero@libero.it / ass.albero@gmail.com
Facebook: L’Albero Oasi del benessere

Rispondi