Attraverso i miei occhi. La vita raccontata con gli occhi di un cane [La Recensione]

0
47

Attraverso i miei occhi (The art of racing in the rain) è un family comedy-drama che mette in scena la vita, i sogni e le emozioni del protagonista, raccontati dal punto di vista del suo cane Enzo.

La storia.

Attraverso i miei occhi è basato sul best seller di Garth Stein L’arte di correre sotto la pioggia. Il film racconta la storia di Denny Swift, aspirante pilota di Formula Uno, interpretato da Milo Ventimiglia, attraverso gli occhi del suo cane Enzo, un Golden Retriever che nella versione italiana ha la voce di Gigi Proietti (Kevin Kostner nella versione originale).

Denny adotta un golden retriever di una cucciolata, con lui è amore a prima vista.
Lo porta sempre con se, in pista, in officina e lo chiama Enzo, in onore di Enzo Ferrari.
Enzo diventa un esperto di corse e di motori, e pian piano anche di vita.
Denny incontra Eve e si innamorano, si sposano e nasce Zoe.

La voce di Enzo ripercorre tutta la sua vita, i momenti tristi e i momenti felici, dandoci il suo punto di vista  degli eventi.

attraverso_miei_occhi

La storia è raccontata attraverso una serie di metafore che mettono in relazione gli eventi della vita con le corse automobilistiche, come  spiega bene il titolo originale. Denny è un pilota esperto nelle condizioni avverse, imbattibile sotto la pioggia. E il tema ricorrente è che gli ostacoli non sono più tali se riesci a prevederli e ad agire di conseguenza.

Se il pilota ha il coraggio di crearsi la propria strada, la pioggia resterà solo pioggia, è la frase che spesso ricorre nello svolgersi dellla storia.

La nostra opinione.

Il film vuole essere una favola che parla di sentimenti, ma si muove pericolosamente sul filo della retorica e dei cliché.

Denny è povero ma coraggioso e pieno di buoni sentimenti. Ad un certo punto si innamora di Eve, bella e ricca, e ovviamente la storia è ostacolata dai genitori di lei.

attraverso_miei_occhi

Non manca nulla degli ingredienti che provocano il groppo in gola e la lacrima.

C’è la malattia, la morte, la lotta per l’affidamento, le difficoltà economiche, il tutto inframmezzato dalle considerazioni filosofiche dell’amico a quattro zampe, fedele amico e biografo. Non mancano ovviamente i momenti di ilarità, ma nel complesso il film scivola facilmente verso il melodramma.

#spaventometro 6

in realtà non ci sono scene spaventose, ma non lo consiglio ai bambini più piccoli, o comunque a quelli molto sensibili, soprattutto se sono nell’età in cui si interrogano sulla morte.

In conclusione il film è tecnicamente ben fatto, ma si tratta un film “furbetto” che manovra le emozioni utilizzando leve molto  facili.
Anche la storia non è particolarmente originale, ricorda molto Io e Marley.

Voto 6 e mezzo.

Attraverso i miei occhi (titolo originale The art of racing in the rain)  è un film diretto da Simon Curtis, con Milo Ventimiglia e Amanda Seyfried, la voce originale di Enzo è di Gigi Proietti, la voce originale di Kevin Kostner. Nelle sale Italiane a partire da giovedì  7 novembre.

Gigi Proietti ha presentato il film durante una conferenza stampa tenutasi a Roma.Noi c’eravamo e ve lo raccontiamo qui.

.

 

 

Paola Infanti 49 anni, romana, una lavoro, un marito, una figlia, e poco tempo libero. Cintura nera di shopping. Amo l'arte, il cinema, i viaggi, il vino e il buon cibo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here