Auguri a Michelle Pfeiffer!

0
388

Ultima modifica 30 Aprile 2013

Bella, brava, bionda…vanta radici olandesi, germaniche, irlandesi, svizzere, nonché svedesi!

Sto parlando di Michelle Pfeiffer, che oggi compie 55 anni, aggiungo portati splendidamente.

E’ nata a Santa Ana, il 29 aprile del 1958.
Dopo la scuola si mantiene facendo molti lavori: commessa in vari negozi, cassiera in un supermercato, ma un giorno decide di partecipare ad uno dei tanti concorsi di bellezza che si tengono negli Stati Uniti: Miss Orange County. Vince e, grazie a quella vittoria,  arrivano una serie di apparizioni in telefilm e film TV.

Tanti sono i film che ha interpretato e una delle costanti nelle donne da lei interpretate è la grande forza interiore e, al tempo stesso, la fragilità che ne fanno una donna coraggiosa e determinata.
Il tema dei figli, cresciuti da sola, persi o mai avuti, è infatti spesso presente…

Ha interpretato molti bei film ma sono sei quelli che ha rifiutato che poi si sono rivelati un grande successo: Thelma & Louise di Ridley Scott (la parte propostale fu assegnata a Geena Davis); Basic Instinct di Paul Verhoeven (ruolo poi attribuito a Sharon Stone); Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme (la cui protagonista divenne poi Jodie Foster); Insonnia d’amore di Nora Ephron (fu Meg Ryan a essere selezionata per interpretare la donna che Tom Hanks conosce soltanto alla fine della pellicola), Pretty Woman di Garry Marshall (ruolo che poi fu affidato a Julia Roberts); o Le cronache di Narnia – Il leone, la strega e l’armadio di Andrew Adamson (ruolo che poi ottenne Tilda Swinton

Nel 1981 Michelle Pfeiffer sposa l’attore e regista Peter Horton, dal quale divorzia sette anni dopo.
Ha avuto relazioni con Michael Keaton, John Malkovich, Val Kilmer e Fisher Stevens. Lasciate alle spalle queste relazioni, Pfeiffer adotta una bambina, Claudia Rose, e nel 1993 sposa il produttore e sceneggiatore David E. Kelley  nel 1994 la coppia ha un figlio, John Henry Kelley.

Buon compleanno a questa bionda forte e determinata!

Rachele Masi

 

 

Rispondi