Bimbi in ufficio. Una iniziativa da imitare

Ultima modifica 2 Maggio 2017

Il Corriere della Sera/L’Economia, in collaborazione con il gruppo Rcs promuove anche quest’anno il “Bimbi in ufficio” day 2017.

Bimbi in ufficio. Una iniziativa da imitare

bimbi in ufficio

L’iniziativa non è granchè pubblicizzata, tantomeno noi Nuove Mamme riceviamo alcun obolo per farlo.

Ma sensibilizzare le aziende a partecipare ci sembrava una cosa carina, e così ecco che anche noi, almeno nelle intenzioni, partecipiamo al giorno dei “Bimbi in Ufficio”.

L’iniziativa “Bimbi in Ufficio” è giunta quest’anno alla sua 23esima edizione.

Lo scorso anno avevano aderito oltre 205 aziende, tra cui molte del gruppo Rcs, ma non solo.
Aziende, enti, associazioni e studi professionali, persino Equitalia aveva partecipato con allegria.

Questo “kids day” per dirlo all’inglese, prevede che il giorno scelto, nel caso di quest’anno sarà il 27 maggio prossimo, i genitori si rechino negli uffici con i propri figli.

“Ci vede da sempre felici di permettere ai figli dei dipendenti di scorrazzare in tutta libertà tra le scrivanie» aveva detto nel 2016 Andrea Fascetti, direttore risorse umane di Seat Pagine Gialle e Italiaonline al Corriere.

E infatti così dovrebbe essere.

La scorsa edizione aveva visto i dipendenti genitori calarsi per un giorno nei panni di animatori. E non solo.

bimbi in ufficio

Alcuni avevano mostrato ai loro piccoli la propria realtà aziendale. Alcuni uffici si erano dotati di laboratori creativi, di visite guidate, di veri e propri mini-stage aziendali di un giorno. Alla faccia dell’alternanza scuola-lavoro tanto declamata dal governo!!

La programmazione del giorno Bimbi in Ufficio è lasciata alla libera interpretazione. E’sufficiente la sola presenza dei piccoli, una pausa caffè (che potrebbe diventare pausa merenda!) e un po’ di iniziativa da parte dei Boss.

Alcune aziende, come The European House Ambrosetti hanno preferito anticipare il giorno “Bimbi in Ufficio” al periodo pasquale, per evitare assenze durante i giorni di scuola dei piccoli.
Ma la maggior parte degli iscritti parteciperà all’iniziativa proprio il prossimo 27 maggio.
Quest’anno poi l’accoglienza è stata estesa anche ai più grandicelli. Ovvero ai figli di dipendenti dai 9 ai 13 anni.
Il prossimo Kids day prevede la partecipazione di circa 270 aziende già iscritte.

Per partecipare alla giornata Bimbi in Ufficio basta chiedere informazioni o inviare la propria adesione allo 02-89663231. Oppure scrivere a bimbinufficio2017@rcs.it

E voi mamme lettrici cosa ne pensate?
Non sarebbe carino proporre una giornata “Bimbi in Ufficio” anche alla azienda per la quale lavorate?

Dateci il vostro parere, o raccontateci la vostra esperienza!

® Riproduzione Riservata

1 COMMENT

  1. ciao io lavoro in un centro media, un’azienda che si occupa di pianificazione pubblicitaria e ultimamente di comunicazione in genere. da anni aderiamo a questa iniziativa e abbiamo saltato solo un anno. la festa viene organizzata, pensa un po’, da una nostra ex collega che anni fa ha deciso di lasciare lo strano mondo del media e fondare una società che organizza – appunto – feste per bambini. è un bell’appuntamento e i bambini – fino ai 10-11 anni – ci tengono molto. la formula ogni tanto cambia ma la risposta è sempre entusiasta. la festa ha sempre un tema conduttore, ci sono stati Alice nel paese dlele meraviglie, La Jungla, Harry Potter, Il Signore degli Anelli, Star Wars e altri. Quest’anno sarà Pirati dei Caraibi. L’auditorium viene addobbato ad hoc e i bambini vengono accolti da personaggi in costume. ci sono atelier vari e una merenda . poi c’è uno spettacolo con un mago. l’anno scorso hanno introdotto un grande gioco “buoni conto cattivi” (e i genitori hanno fatto gli orchi) e ai bambini è piaciuto tantissimo. tanto che molto probabilmente quest’anno ripeteranno questo schema. ma ovviamente lo sapremo solo venerdi pomeriggio! ciao!!!!

Rispondi