Bruno e Vincent finalmente sposi…in Francia!

0
458

Ultima modifica 6 Novembre 2015

Grazie ad una recente legge approvata dal ministro di Giustizia, Christiane Taubira, la 2013-404 del 17 maggio 2013, Bruno Boileau e Vincent Autin si sono scambiati la loro promessa d’amore davanti a 500 invitati nel municipio di Montpellier, uniti in matrimonio dal sindaco socialista, Helene Mandroux e concludendo la cerimonia, come da tradizione, con lungo bacio sulle note di ‘Love’ di Nat King Cole.

Si tratta del primo matrimonio gay della storia della civilissima Francia.
Naturalmente ci sono stati degli oppositori, un piccolo gruppo formato da 5 persone, che ha lanciato fumogeni vicino al municipio…Un gesto triste e inutile che però era prevedibile.

Ma nulla è servito a rovinare la giornata di Bruno e Vincent, 30 e 40 anni rispettivamente, che si amano e vivono insieme da 7 anni.
E visto che quando si parla di matrimoni, una delle prime cose di cui si discute sono gli abiti, vi dico che gli sposi erano uno in completo scuro e papillon, l’altro in abito nero e cravatta lunga.

Fra gli invitati al matrimonio di oggi erano presenti anche il ministro per i diritti delle donne e portavoce del governo, Najat Vallaud-Belkacem, che è intervenuta a “titolo privato” e l’avvocata camerunense Alice Nkom, attivista per i diritti degli omosessuali in Francia.
“Abbiamo compiuto il primo passo verso la modernizzazione e il futuro del nostro Paese“, ha detto il sindaco Mandroux.
E visto che l’approvazione della legge riguarda anche l’adozione dei bambini, chissà che questo possa essere il secondo progetto della neocoppia…

Il 7 giugno intanto, si svolgerà un altro matrimonio, il primo nella capitale, nel III arrondissement, ma stavolta gli sposi intendono celebrare una cerimonia strettamente privata, senza pubblicità.

Che dire? Evviva gli sposi!

Rachele Masi

 

Fonte: Repubblica

Rispondi